Processo trasporti marittimi: Crocetta esce risollevato e non le manda a dire

Processo trasporti marittimi: Crocetta esce risollevato e non le manda a dire

PALERMO – Ore interminabili per il processo al presidente delle regione Rosario Crocetta riguardo alla corruzione marittima, che vede indagati anche il sindaco di Trapani Girolamo Fazio e l’armatore Ettore Morace.

In tutto questo lasso di tempo il governatore isolano ha raccontato tutto della sua vita.

Alla fine del processo si è dimostrato risollevato e ottimista per il suo futuro politico e ha denunciato anche delle presunte inadempienze dell’assessore ai trasporti Giovanni Pistorio, invitato a lasciare la propria carica e ad andarsene.

Ha confermato l’insistenza da parte sua per prolungare le corse verso le isole Egadi, di come lo abbia chiesto ai burocrati, ma anche come nei suoi confronti siano state fatte accuse infamanti per rimuoverlo dalla carica.

Tra queste desta particolare curiosità il presunto innamoramento nei confronti di un giovane di Filicudi, smentita immediatamente da Crocetta.   

 

Commenti