Agrigento, dal 15 luglio tassa di soggiorno per i turisti

Agrigento, dal 15 luglio tassa di soggiorno per i turisti

AGRIGENTO – Se avete in programma delle vacanze ad Agrigento, dal prossimo 15 luglio dovrete fare i conti con una nuova tassa.

L’amministrazione Firetto ha deliberato, infatti, l’attivazione della tassa di soggiorno, approvata dalla giunta comunale che a sua volta aveva tenuto conto del parere del consiglio comunale, che si era espresso favorevole.

L’imposta sarà a carico di chi alloggerà nelle strutture del territorio e potrà variare da un minimo di un euro a un massimo di tre euro: la soglia minima per gli alberghi e residence turistici, affittacamere, casa e appartamenti per vacanze, agriturismo, camping e villaggi turisti classificati da 1 a 2 stelle; 2 euro per bed & breakfast, alberghi e residence classificati in 3 stelle; infine, 3 euro a persona e per numero di pernottamenti per l’intera durata del soggiorno per chi vuole soggiornare in alberghi e residenze classificati da 4 a 5 stelle.

Pare che il provvedimento sia stato necessario per riempire le casse del Comune che al momento sono vuote, con la speranze che le possibili entrate possano far chiudere in positivo.

Ma, prima ancora che arrivasse in consiglio comunale, non sono mancate le critiche da parte delle associazioni di categoria. La tassa di soggiorno, così, sfavorirebbe chi decide di soggiornare ad Agrigento, invece non recherebbe nessun danno a chi è solo di passaggio e va a dormire altrove.

Commenti