Succede a Catania e provincia: 5 maggio MATTINA

Succede a Catania e provincia: 5 maggio MATTINA

CATANIA – Carabinieri e polizia. I fatti di cronaca più importanti di Catania e provincia:

  • I carabinieri della compagnia di Catania Fontanarossa hanno arrestato il 22enne catanese Domenico Incognito responsabile di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Ieri sera è toccato agli uomini del Nucleo Operativo al Villaggio Sant’Agata osservare pazientemente le mosse del pusher per poi bloccarlo nel preciso istante in cui vendeva droga ad un cliente. Perquisito sul posto è stato trovato in possesso di 3 grammi di cocaina e 40 grammi di marijuana, suddivise in dosi, e 80 euro in contanti incassati dalla vendita degli stupefacenti. La droga e il denaro sono stati sequestrati mentre l’arrestato, in attesa della direttissima, è stato relegato ai domiciliari
Domenico Incognito, anni

Domenico Incognito, 22 anni

  • I carabinieri della stazione di Catania Nesima hanno arrestato la 49enne catanese Piera Liliana Ieni in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva emesso dal Tribunale di Catania. Arrestata nel 2012 nell’ambito di una operazione antimafia (associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, insieme al fratello Nuccio detto “u Mattuffu”, storico esponente del clan dei “Pillera”), è stata condannata dai giudici etnei ad 4 anni e 8 mesi di reclusione. L’arrestata, assolte le formalità di rito, è stata relegata ai domiciliari dove sconterà la pena inflittagli.
Piera Liliana Ieni, 49 anni

Piera Liliana Ieni, 49 anni

  • I carabinieri della compagnia di Giarre hanno arrestato un 22enne, già gravato da precedenti di polizia, responsabile di furto aggravato in concorso. Erano almeno tre i malviventi che, la scorsa notte, armati di mazza e con il volto coperto da passamontagna hanno scardinato la saracinesca della tabaccheria di via Roma 36 a Mascali per razziare all’interno valori bollati e tabacchi. Sulla loro strada, al momento della fuga, l’equipaggio di una “gazzella” del Nucleo Radiomobile li ha intercettati e inseguiti, riuscendo a bloccarne uno e recuperando l’intera refurtiva, restituita all’avente diritto. L’arrestato, in attesa delle direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.

Mascali

  • I carabinieri della stazione di Riposto hanno arrestato un 50enne ritenuto responsabile di detenzione illegale di armi e munizioni. Una breve ma proficua attività info-investigativa si è conclusa ieri sera con l’irruzione in casa dell’uomo dove i militari hanno rinvenuto e sequestrato un fucile cal.12 marca “Sabattini” e 25 cartucce del medesimo calibro, il tutto illegalmente detenuto in quanto mai denunciato alle autorità preposte. L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.

fucile

 

  • I carabinieri della compagnia di Acireale hanno arrestato i catanesi Francesco Tomaselli, 69 anni, Carmelo Demetrio, 42 anni, e Angelo Demetrio, 21 anni, questi ultimi padre e figlio, responsabili di furto aggravato. La scorsa notte la pattuglia del Nucleo Radiomobile, perlustrando la zona rurale di Pozzillo, frazione di Acireale, ha sorpreso i tre malviventi intenti a razziare un limoneto600 kg di agrumi – di proprietà di un agrumicoltore di Santa Venerina. La refurtiva è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario. Il terzetto attenderà il giudizio in stato di libertà come disposto dal magistrato di turno.

TOMASELLI FRANCESCO CL.48 DEMETRIO CARMELO CL.75 DEMETRIO ANGELO CL.96

(In alto, da sinistra: Francesco Tomaselli, 69 anni, Carmelo Demetrio, 42 anni, Angelo Demetrio, 21 anni)

  • I carabinieri della compagnia di Palagonia hanno arrestato un 32enne di origini nigeriane, per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. È un ospite del C.A.R.A. di Mineo il nigeriano sorpreso ieri pomeriggio dal proprietario dell’Agriturismo “Borgo Antico” di Contrada Tovaglia a Mineo mentre si aggirava con fare sospetto, probabilmente per rubare, nella sua tenuta. Impaurito ha chiesto aiuto al 112 consentendo l’immediato intervento di una pattuglia del Nucleo Radiomobile che, giunta sul posto, ha fermato l’intruso che, per non farsi identificare, si è scagliato contro i militari. Ne è nata una violenta colluttazione terminata con l’arresto dell’extracomunitario. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Caltagirone.
  • Per contrastare il dilagante fenomeno dell’uso del cellulare alla guida, causa di moltissimi incidenti stradali anche di grave entità, nel giornata di ieri, in ottemperanza alle disposizioni del Questore, personale del commissariato Borgo-Ognina ha effettuato controlli straordinari mirati a verificare il rispetto delle norme sulla circolazione stradale.
    I controlli, eseguiti dal personale della Polizia di Stato, coadiuvato dal Reparto Viabilità della Polizia Locale, sono stati operati anche con l’impiego di personale in borghese in modo da impedire eventuali azioni elusive da parte degli automobilisti più indisciplinati. Sono state, così, inflitte 10 sanzioni amministrative per guida facendo uso del telefono che prevedono la sanzione di 161 euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente. Riscontrate anche numerose violazioni per mancato uso del casco protettivo, mancanza dell’assicurazione R.C.A., omessa revisione ed altre ancora. In totale, sono state inflitte sanzioni per oltre 4000 euro.
  • Nella mattinata di ieri, personale del commissariato “Centrale”, insieme al Reparto prevenzione crimine Sicilia orientale, alla Guardia di Finanza ed alla Polizia Municipale, nell’ambito del piano d’azione denominato “Trinacria”, ha svolto servizio di controllo del territorio nel centro cittadino che ha portato all‘identificazione di 42 persone e al controllo di 22 veicoli; sono state, inoltre sono state elevate 31 contravvenzioni al codice della strada, due carte di circolazione sono state ritirate e sono stati sequestrati tre veicoli.
    Nel corso del servizio, è stato anche effettuato un controllo, con l’ausilio del settore annona (sezione che si occupa specificatamente di derrate alimentari) della Polizia Municipale, in piazza Risorgimento: è stato, così, effettuato un sequestro di 100 cassette di ortofrutta, a carico di un venditore ambulante, risultato sprovvisto delle autorizzazioni, il quale con la propria merce aveva totalmente invaso la sede stradale. Per tale, ultimo motivo l’uomo è stato anche contravvenzionato per occupazione abusiva di suolo pubblico. L’importo complessivo delle sanzioni al codice della strada elevate ammonta a 14.931,00 euro.

Commenti