Scomparsa Denise Pipitone e dichiarazioni dell’ex pm Angioni, lo sfogo di Piera Maggio: “Non è stato bello scoprire esser nonna in tv”

Scomparsa Denise Pipitone e dichiarazioni dell’ex pm Angioni, lo sfogo di Piera Maggio: “Non è stato bello scoprire esser nonna in tv”

MAZARA DEL VALLO – La sparizione di Denise Pipitone è, oramai da tempo, al centro delle notizie e, quasi ogni giorno, arrivano nuove segnalazioni, dettagli e possibili piste. In particolare fanno ancora discutere le dichiarazioni rilasciate dall’ex pubblico ministero Maria Angioni lo scorso 14 giugno.

L’ex magistrato del caso, infatti, durante la puntata di Storie Italiane di lunedì 14 giugno, ha dichiarato di essere informata sui fatti e ha rivelato dei dettagli sulla scomparsa della bimba, oramai diventata adulta. Secondo l’ex pm, Denise sarebbe viva, si troverebbe in un contesto internazionale e non ricorderebbe nulla del passato.


Poi la magistrato ha dichiarato che la situazione è difficilmente controllabile, la giovane non sa di essere una bambina rapita e che non ne è a conoscenza nemmeno il marito. Durante la puntata, l’ex magistrato Angioni ha anche lanciato una “bomba” dicendo che Denise potrebbe avere una figlia.

Dopo poche ore, però, l’ipotesi della Angioni è stata definitivamente smentita e la persona indicata ha dichiarato di non avere nulla a che fare con la scomparsa di Denise Pipitone.

Il commento di Piera Maggio

Sulle ennesime teorie e piste, arriva il commento e lo sfogo di Piera Maggio che, durante la recente puntata di “Chi l’ha visto”, ha rivelato la sua reazione sulla possibile maternità di Denise Pipitone.

La mamma della bimba scomparsa ha spiegato che capisce la buona fede di tutti ma che bisogna mantenere la calma ed evitare gli allarmismi. Inoltre ha sottolineato che non è stato piacevole sentire in tv che lei potrebbe esser nonna e, quindi, ha chiesto rispetto.

Poi la donna ha precisato che comprende la volontà di aiutare della dottoressa Angioni ma che negli anni sono state tantissime le bimbe somiglianti che poi non lo erano. Quindi, Piera Maggio ha chiesto più ponderatezza ed evitare di farsi prendere la mano perché le segnalazioni creano ulteriore stress.