iPhone 6: tutti i Rumors e le caratteristiche

iPhone 6: tutti i Rumors e le caratteristiche

iPhone 6: tutti i Rumors e le caratteristiche

C’è addirittura chi sostiene che il nuovo gioiello Apple sarà presentato al pubblico sotto il nome di “iPhone Air”- sulla scia dell’iPad Air – spaventando un po’ chi si aspetta delle sostanziose novità. Tuttavia di novità sembra che ce ne siano parecchie, e risulta probabile che la denominazione “Air” potrebbe in realtà confermare le voci secondo le quali verranno presentati due differenti modelli del futuro smartphone.


Sembra infatti che siano trapelate sulla rete i disegni, nonché le fotografie (vedi sotto) di due schermi: uno da 4,7 pollici e l’altro da 5,5, modello che potrebbe appunto essere denominato “Air”. Questa notizia ha fin da subito turbato i fans di Apple: sappiamo bene che le politiche di Steve Jobs prevedevano un assoluto distacco dalle strategie della concorrenza, mentre ora l’azienda di Cupertino dimostra così di avvicinarsi sempre più alle richieste di una clientela più ampia, già fedele, per certi aspetti, ai competitors della Mela. D’altronde l’inversione di rotta strategica dell’azienda è già stata manifestata con l’uscita dell’iPhone 5C, il modello “economico” di iPhone, che non si è dimostrata di certo una tattica vincente.
A rallegrare le aspettative si presenta però una corposa carrellata di novità, il più delle quali risultano già confermate. Ma andiamo con ordine.

Caratteristiche Hardware:


– Aspetto e design

Il look dell’iPhone 6 sarà simile a quello dei recenti tablet Apple: di per sé la scocca in alluminio anodizzato presenterà delle forme arrotondate, e al primo sguardo sembrerà di osservare un ibrido tra un iPad Air e un iPhone 5s. Ancora più sottile e leggero di quest’ultimo, l’iPhone 6 si caratterizzerebbe per una scocca posteriore singolare, solcata da degli elementi in policarbonato o gomma che probabilmente fungono da isolanti per le antenne Wi-Fi, Bluetooth e 4G.

Coloro i quali hanno potuto tastare con mano i mockup e i dummy phone – ovvero dei device non funzionanti, costruiti dalle società di cover per testarne gli accessori – hanno confessato che mentre il modello da 4,7 pollici rimanga leggero e maneggevole, del tutto gestibile con una sola mano così come da filosofia Apple, quello da 5,5 pollici risulta fin troppo ingombrante. Pare che sia addirittura simile, in grandezza, al Samsung Galaxy Note 3, uno dei più generosi in fatto di schermo fra i leader di settore, a riconferma di quanto detto sopra.

Vi sarebbero, poi, delle migliorie minori: il tasto d’accensione si troverà a lato e non più sopra lo schermo. Inoltre la griglia per gli altoparlanti sarà rinnovata, i pulsanti del volume risulteranno incassati per non rovinare l’estetica globale e, forse, il jack audio sarà ridefinito in favore del cavo Lightning. I colori dovrebbero rimanere gli stessi attuali: oro, argento e grigio siderale;

– Schermo

Al contrario di quanto creduto da molti, lo schermo dell’iPhone 6 non sarà costituito da puro zaffiro. Tuttavia verrà impiegata una lega in zaffiro che risulterà comunque più resistente dei predecessori.
La risoluzione dovrebbe essere di tipo super-Retina, pari a 1704×960 pixel, almeno per il modello base;

– Nuovo processore e chip di movimento

Il nuovo processore A8, prodotto dal nuovo partner di Taiwan TSMC, girerà a 64 bit come il suo predecessore – l’A7, dell’iPhone 5s – a differenza di quest’ultimo si vocifera però che si tratti di un quad-core. Il coprocessore di movimento M8 vedrà invece dei leggeri miglioramenti rispetto al predecessore: grazie ad esso lo smartphone sarà in grado di studiare i movimenti e gli spostamenti del telefono nello spazio, per abilitare nuove funzioni geografiche anche in assenza di segnale GPS;

– Fotocamere

Per quanto riguarda la fotocamera posteriore, pare che Apple abbia stretto un accordo con Sony per implementare in iPhone 6 una fotocamera capace di raggiungere i 13 megapixel. Si tratta di una somma discreta, considerando che gli iPhone di quinta generazione montano una fotocamera posteriore da 8MP, mentre la concorrenza raggiunge un numero di pixel ben più elevato, basti pensare ai 41MP del Nokia Lumia 1020. A quanto pare anche riguardo alla fotocamera Apple persegue una politica particolare, giustificando la modesta quantità di megapixel con l’elevata dimensione dei pixel stessi, per garantire una migliore resa della luce, in concomitanza con un’apertura focale f/2.2.
La fotocamera anteriore dovrebbe invece essere in grado di registrare a 1080p, a differenza degli attuali 720p dell’IPhone 5s;

– Sensori

Secondo recenti fonti asiatiche, Apple potrebbe adottare dei sensori di temperatura, pressione atmosferica ed umidità nel prossimo iPhone 6.
Insomma, il futuro melafonino potrebbe integrare una “mini-stazione meteo” capace di effettuare delle previsioni indipendentemente dalla presenza o meno di reali stazioni meteo nelle vicinanze. Si vocifera inoltre l’introduzione di alcuni sensori biometrici, per rilevare la temperatura corporea, analizzare il battito cardiaco e la pressione arteriosa, ma è più probabile che questi verranno effettivamente implementati solamente nell’iWatch, il futuro orologio di casa Apple. Pare inoltre che il Touch ID, già presente nell’iPhone 5s, verrà migliorato al fine di garantire tempi di risposta più rapidi, insieme ad una maggiore sicurezza nella pratica dei micropagamenti tramite smartphone;

– Batteria

Prodotta dalla Desay Battery, un fornitore che ha ottenuto di recente il via libera da Apple, la nuova batteria avrà una capacità lievemente maggiore ai 1.570 mAh del predecessore iPhone 5S: 1.810 mAh, almeno per il modello da 4,7 pollici. Per quanto riguarda il modello più grande sembra che siano sorti diversi problemi a causa della necessità da parte di Apple di utilizzare una batteria più larga e più sottile. Tuttavia pare che l’azienda di Cupertino non colmerà comunque il gap nei confronti dei concorrenti, fra cui Samsung, i cui dispositivi sono dotati di batterie con in media una capacità di 3.200 mAh;

– LTE universale

Apple potrebbe svelare un circuito LTE Qualcomm, ovvero capace non solo di adattarsi a tutte le frequenze 4G mondiali, ma soprattutto di poter sfruttare in futuro un set di tali frequenze al momento non ancora indagate;

– RAM e memoria storage

La memoria provvisoria dovrebbe essere finalmente pari o superiore ai 2 GB, garantendo maggiori prestazioni in termini di velocità, anche se bisogna ammettere che gli ingegneri Apple sono già riusciti a garantire ottime prestazioni su iOS 7 sfruttando a pieno 1 GB RAM su iPhone 5s. Lo storage flash rimarrà invece quello classico da 16, 34 o 64 GB, nonostante si vociferi di una versione da 128 GB;

– NFC e ricarica wireless

Già previsti erroneamente per iPhone 5s, gli strumenti NFC per i micropagamenti di prossimità, e la discussa ricarica a induzione – già in utilizzo da altri smartphone – potrebbero essere integrati direttamente sul nuovo telefonino. In alternativa Apple potrebbe optare per degli appositi accessori compatibili esterni;

– Logo retroilluminato

Così come per i MacBook, il logo della mela morsicata non sarà più stampato o inciso direttamente sull’alluminio, bensì intagliato. L’icona della mela potrebbe quindi essere retroilluminata dal display LCD principale;

Caratteristiche software:

L’iPhone 6 monterà iOS 8, il sistema operativo mobile che Apple ha presentato nel giugno 2014 in occasione della WWDC di San Francisco. Il nuovo software introduce interessanti utilità, tra cui una tastiera predittiva – molto simile alla tastiera dei dispositivi Android – la possibilità di sfruttare tastiere di produttori terzi, una migliore gestione delle risorse grafiche per performance fino a 10 volte maggiori, e una rivoluzione di iMessage con chat di gruppo e messaggi audiovisivi, che rende l’applicazione Messaggi una degna sostituta delle app-social come Whatsapp.

Data di uscita e prezzi:

Apple ha annunciato un evento speciale per il 9 Settembre al Flint Center for the Performing Arts di Cupertino, alle 10 del mattino (19 ora italiana), dove verranno probabilmente presentati i nuovi modelli del melafonino. I dispositivi potrebbero poi essere lanciati sul mercato in un periodo compreso tra il 19 e il 25 Settembre. Tuttavia è ancora possibile che il melafonino da 5,5 pollici possa ritardare la sua uscita, a causa appunto dei recenti problemi riscontrati da Apple nella produzione di batterie specifiche.
Per quanto riguarda i prezzi risulta molto probabile che la versione da 4,7 pollici manterrà i soliti prezzi – intorno ai € 700 – mentre la versione “phablet” potrà raggiungere un prezzo di circa € 1.000.

Insomma tante incertezze e tante speranze per i fans della Mela, nonostante manchino sempre meno giorni alle conferme. Per tale motivo vi invitiamo a restare aggiornati seguendo questo articolo.