Google e il PC a processore quantistico: sfida possibile?

Google e il PC a processore quantistico: sfida possibile?

Sono celebri le immagini di apertura del film fantascientifico “The Matrix” in cui una serie di “0” e “1” si susseguono, emulando il linguaggio del codice binario utilizzato ordinariamente dai computer.


Ma i circuiti elettrici digitali possono funzionare, accogliere e rielaborare dati solamente con tale sistema? Oggi è stata trovata una sorprendente alternativa al “Bit” (binary digit) costituita dal “Qubit” (quantum bit).

Il “Qubit” è in grado di intrappolare nel nucleo di un atomo (di silicio) una unità di informazione quantistica.


Il nuovo progetto di ricerca annunciato da Google prevede un computer che funzioni esclusivamente con un processore quantistico che permetterebbe nuovi calcoli ad oggi impossibili con i computer tradizionali.

Tale ricerca coinvolge una partnership con un team della University of California Santa Barbara all’interno del quantum artificial intelligence lab, un gruppo fondato dalla stessa Google in collaborazione con il NASA Ames research center e l’USRA .

Google e la NASA per 10 milioni di dollari ha già acquistato il “D-Wave”, prototipo di computer quantistico a 512Qubit brevettato e prodotto dalla omonima casa canadese.