Valutazioni immobiliari: “Ma il prezzo è giusto?”

Valutazioni immobiliari: “Ma il prezzo è giusto?”

Un professionista immobiliare è basilare per una giusta valutazione che è essenziale per una vendita veloce.


Investimento azzeccato


Il moderno consulente immobiliare, a differenza della vetusta percezione, non è più considerato un costo, ma un investimento per tutti coloro che desiderano acquistare o vendere un immobile al giusto valore di mercato e con un processo di vendita limpido e senza margini di errore. D’altronde l’esperienza comune ci insegna che per una corretta gestione delle nostre esigenze e problematiche di tutti i giorni, se vogliamo ottenere dei risultati certi, dobbiamo rivolgerci a professionisti del settore.

Tra le tante competenze che caratterizzano un professionista immobiliare, oggi risulta particolarmente importante la capacità di effettuare valutazioni immobiliari scientifiche di mercato che possano essere giustificate al cliente tramite un percorso basato su criteri oggettivi.

Una buona valutazione, elemento essenziale

Il mercato di oggi, pur con confortanti segnali di ripresa, continua ad essere caratterizzato da un esubero di offerta immobiliare. Inoltre risulta evidente che il cliente odierno non è più un dilettante ma una persona informata dei valori al mq che conosce le rigide regole del mercato immobiliare.

Le due importanti regole per non farsi trovare impreparati sono:

  • Quando un immobile viene posto sul mercato diviene fondamentale individuare fin dalle prime fasi il corretto prezzo di commercializzazione per non scoraggiare gli acquirenti di “Zona” e non avvantaggiare gli altri venditori facendone risaltare il loro prezzo proposto, più basso del nostro;
  • Nella fase di negoziazione dell’immobile la variabile del prezzo deve essere gestita dal consulente immobiliare basandosi su criteri oggettivi e coinvolgendo quindi venditore ed acquirente nella giusta disamina degli stessi. (reale valore del bene).

Ricorda: un immobile con un prezzo realistico si vende rapidamente, anche in un giorno.

Consigli per una corretta valutazione immobiliare!

Basandosi su criteri oggettivi e su percorsi scientifici dimostrabili, si genera valore reale per chi ha la responsabilità nel processo decisionale di investimento o alienazione.

Innanzitutto, è bene basarsi su dati concreti (immobili simili a quello che si vuole acquistare o vendere per zona, posizione e caratteristiche dei venduti di recente). Inoltre, nella valutazione è importante indicare i pro e i contro che possono influenzare il valore dell’immobile.

Una stima professionale non può prescindere da:

  1. Beni comparabili reali e specifici;
  2. Un dato immobiliare veritiero;
  3. Contrattazioni e compravendite effettive.

Insomma, una vera osservazione del mercato immobiliare, puntuale e precisa attraverso il segmento immobiliare proprio dell’immobile oggetto di valutazione. Alla base di quanto detto sopra, esistono metodologie internazionali di valutazione immobiliare suddivise in tre approcci diversi, ossia:

  • metodi orientati al mercato, consistenti nel market approach (comparazione del bene oggetto di valutazione con altri beni aventi caratteristiche simili, i cosiddetti comparables);
  • metodi orientati al reddito, consistenti nell’income approach (fornisce un’indicazione del valore convertendo i flussi di cassa futuri in un singolo valore attuale capitale, la cosiddetta capitalizzazione dei redditi);
  • metodi orientati al costo, consistenti nel cost approach (è basato sul principio economico che un acquirente non pagherà per un bene più del costo necessario ad ottenere un bene di pari utilità, attraverso l’acquisto o la costruzione).

In conclusione, è dovere specificare che il valore di un bene immobile dipende dallo scopo della stima, in quanto per uno stesso immobile si possono esprimere diversi giudizi di valore, ciascuno corrispondente ad una differente finalità della stima.