Acquistare casa con l'aiuto del Fisco

Acquistare casa con l’aiuto del Fisco

Acquistare casa con l’aiuto del Fisco

Sono Davide Ferrera, un consulente immobiliare presso l’Agenzia Remax City Home, una tra le più importanti nel settore immobiliare di Catania per numero di compravendite e che vanta oltre sessanta consulenti.


Vorrei parlarvi di come acquistare casa oggi avvalendosi degli aiuti fiscali e dei tassi sempre più bassi.


Tasse e tassi. Sono le due buone ragioni per cui oggi vale la pena di prendere in considerazione l’idea di acquistare un’abitazione da ristrutturare.

  • Le tasse, perché il 2020 sono stati confermati tutti i bonus fiscali sui lavori di manutenzione straordinaria nelle unità residenziali e quindi le spese fino a 96mila euro danno diritto a una detrazione Irpef del 50%, dilazionata in dieci anni, quota che può salire con tetti variabili a seconda della tipologia di lavori, fino al 65% per le opere di riqualificazione energetica.
  • I tassi, perché i mutui continuano a viaggiare ai minimi storici dato che sia il tasso fisso che il tasso variabile si attestano al di sotto del 1%.

Il mix tra sconto fiscale e rate ridotte dei mutui fa sì che sia possibile comprare una casa da ripristinare quasi completamente pagandola a un prezzo comprensivo dei costi di ristrutturazione analogo o inferiore rispetto a quello di una casa usata ma abitabile senza lavori, tranne quelli strettamente indispensabili (tinteggiare, cambiare i sanitari e poco altro).

Per quanto riguarda la città di Catania, secondo gli ultimi studi elaborati dall’Osservatorio Immobiliare di Nomisma, una casa da 80 metri quadri da ristrutturare:

  • in zona centrale, costa in media 111mila euro, ossia 44mila euro in meno di un’abitazione già abitabile che non richiede nessuno lavoro;
  • in zona periferica, costa in media 77mila euro, ossia 32mila euro in meno di un’abitazione già abitabile che non richiede nessuno lavoro.

Presupponendo una ristrutturazione di buon livello è difficile spendere più di 400/500 euro al metro quadro (ma se non si hanno esigenze particolari non si superano i 300 euro al metro quadro) spesa che, come precedentemente già detto, verrà ulteriormente ridotta del 50% grazie al fisco. Tutto con il grosso vantaggio di personalizzare l’alloggio secondo i propri gusti e secondo le proprie esigenze. Resta il fatto che l’agevolazione Irpef, purché sfruttabile appieno, rende comunque interessante l’operazione quando il divario di prezzo tra case da ristrutturare e case abitabili è di almeno 30mila euro.

Una tra le differenze fra un dilettante e un professionista è quando il cliente a un certo punto dice: “Interessante, non ci avevo pensato”.