Retrocessioni, delusioni, vittorie e promozioni: com’è stato il 2017 per lo sport siciliano

Retrocessioni, delusioni, vittorie e promozioni: com’è stato il 2017 per lo sport siciliano

Dal calcio alla pallacanestro, dalla pallavolo alla pallanuoto, per lo sport siciliano si è concluso un altro anno. Un anno fatto di vittorie, sconfitte, delusioni e anche grandi risultati.

Importante per capire quanta strada ci sia da fare nel futuro, e quante siano ancora le difficoltà da superare, è tracciare un bilancio degli ottimi risultati che la nostra regione ha saputo raggiungere in alcuni sport, e di altri, invece, meno positivi su cui si deve riflettere.



Partiamo dalla scherma, vero cavallo di battaglia della nostra regione che, nel 2016, alle olimpiadi di Rio De Janeiro, ha saputo regalarci grandissime emozioni. Non è riuscita a ripetersi Rossella Fiammingo, che la scorsa estate ai mondiali di Lipsia è stata eliminata agli ottavi di finale per 13-12 dalla, tutt’altro che trascendentale, polacca Owe. Un risultato che viene in seguito al non brillante stop ai sedicesimi ottenuto all’europeo di Tblisi. Ma non solo solo dolori: Paolo Pizzo, l’altro catanese presente nel team azzurro, è riuscito, invece, a guadagnarsi la medaglia d’oro mondiale per la spada maschile individuale, battendo in finale l’estone Nikolai Novosjolov. Sempre a Lipsia, prima dello pneumotorace che l’ha costretto allo stop, erano state confermate le aspettative su  Daniele Garozzo con un ottimo bronzo nel fioretto, preceduto dall’oro guadagnato un paio di mesi prima agli europei. Ci si augura una pronta ripresa per il campione siciliano che, a ottobre di quest’anno, ha dovuto subire due delicate operazioni chirurgiche in soli 10 giorni per il problema che lo affligge ai polmoni. Da non dimenticare anche l’ottimo risultato di Marco Fichera che, reduce da una grande stagione di Coppa Del Mondo, e dopo un europeo sottotono, non ha però saputo riscattarsi al mondiale di Lipsia.


Anche nel mondo delle due ruote continua a brillare la stella di Vincenzo Nibali, che ha vinto una tappa sia al Giro D’Italia, sia alla Vuelta di Spagna arrivando terzo nella classifica generale della competizione nostrana e secondo in quella iberica. Il prossimo obbiettivo dello “squalo”? Pare sia proprio il Tour De France che, secondo le parole del ciclista, sarebbe una competizione più adatta alle sue caratteristiche. Un 2018, quindi, che potrebbe vedere la rinuncia del ciclista siciliano al Giro d’Italia, che l’anno prossimo, potrebbe veder mancare uno dei suoi più grandi protagonisti.

Infine, è giusto menzionare anche un grande successo in una specialità forse poco conosciuta: Michele Scarantino si è confermato il numero uno ai Campionai Europei 2017 di sollevamento pesi che si sono tenuti a Spalato. Si tratta già del secondo titolo continentale consecutivo per il giovane 21enne nisseno.

Per quanto riguarda gli sport di squadra, impossibile non inizare dal basket, con la SikeliArchivi Capo d’Orlando capace di raggiungere nel campionato 2016/2017 i playoff , vincere in gara 1 contro l’Olimpia Milano per poi farsi recuperare dai lombardi. Gli ottimi risultati sono comunque valsi una storica partecipazione alla Basket Champions League con le prime vittorie nella competizione ottenute contro l’Avtodor Saratov nella fase preliminare, e nella fase a gironi contro Ventspils e Gaziantep. Bene ma non benissimo, per una squadra che si trova in questo momento al settimo posto nel girone B e che in campionato staziona all’11esimo posto con 10 punti in 12 giornate. In serie A2 sorprendono per un buon inizio di stagione Lighthouse Trapani e Fortitudo Agrigento assiepate rispettivamente in terza e sesta posizione. I due rosters confermano lo stato di forma della scorsa stagione culminato con un accesso ai play-off, avaro di soddisfazioni vista l’uscita al primo turno per entrambe. Scendendo ancora di uno scalino in serie B possiamo giudicare come positivo l’anno della Briosa Barcellona Pozzo di Gotto che alla fine dello scorso campionato si era classificata seconda  e ha potuto disputare i play-off per un sospirato ritorno, a distanza di un anno, in serie A2 ; tuttavia, dopo aver superato il primo turno contro Basket Porto Sant’Elpidio, i messinesi hanno disputato la semifinali contro il Campli Basket, ma hanno perso la serie per 3-1. Quest’anno invece, i giallorossi si ritrovano come testa di serie del girone D di serie B, a pari punti con la rivale per la promozione Citysightseeing Palestrina.

Per quanto riguarda il basket femminile invece, la Virtus Eirene Ragusa in A1, dopo aver concluso come quinta classificata lo scorso campionato, si appresta anche quest’anno a giocare una stagione da protagonista. Il team che la scorsa stagione venne eliminato nella final four di Coppa Italia dal Lucca, si trova attualmente al 6° posto in campionato e parteciperà anche  quest’anno all’EuroCup. Proprio a febbraio il team allenato allora da Gianni Lambruschi era stato eliminato dal Galatasaray ai quarti di finale. Sarà il suo successore Gianni Recupido, subentrato proprio a Lambruschi l’1 marzo scorso, a tentare quest’anno l’impresa di superare i risultati del suo predecessore.

Passiamo adesso alla pallanuoto maschile, dove sorprendono i risultati in questa prima parte della stagione del Circolo Canottieri Ortigia attualmente in quinta posizione, utile per disputare la fase finale dei play-off. La scorsa stagione il campionato si era concluso senza infamia e senza lode con un nono posto che ha permesso al 7 siracusano di evitare il girone infernale dei play-out battendo nello scontro diretto il Bogliasco per 14 a 5  di fronte a più di 1.000 spettatori. In Sicilia orientale spicca anche la Nuoto Catania che nello scorso campionato è riuscita a raggiungere la massima serie. L’A1 è stata definitivamente conquistata al termine dei play-off con una vittoria in casa del Salerno per 12-9. I ragazzi allenati dal mister Giuseppe Dato, il prossimo 6 gennaio potranno così disputare il derby con i cugini siracusani, forti del loro nono posto che li tiene appena fuori dalla zona calda.

Famila Muri antichi sconfitta dalla nuoto Catania nella scorsa stagione

Famila Muri antichi sconfitta dalla Nuoto Catania nella stagione 2016/2017

Scendendo in A2 troviamo, infine, la Palermitana Telimar e la Muri Antichi di Tremestieri Etneo, che per adesso non navigano in buone acque. Entrambe, infatti, si trovano appaiate a 4 punti rispettivamente al quartultimo e quintultimo posto, con il rischio di dover partecipare agli spareggi per evitare la retrocessione.

Per quanto riguarda la pallanuoto femminile spadroneggia nel campionato di A1 l’Ekipe Orizzonte che in questo momento occupa il primo posto incontrastata. Storia completamente diversa, invece, per la Waterpolo Messina, in ultima posizione a 0 punti. Entrambi i 7 rosa avevano lo scorso anno partecipato ai play-off, con le catanesi che erano state sconfitte in una rocambolesca finale persa contro il Plebiscito Padova per 7-5.

Da ricordare anche nella pallavolo la Messaggerie Volley che quest’anno partecipa al campionato di serie A2 maschile, dopo la sofferta promozione della scorsa stagione. In una finale play-off  durata quasi tre ore, i rossazzurri hanno acciufato in gara 2 a Taviano la tanto agognata promozione. Attualmente la squadra si trova in terz’ultima posizione e dovrà lottare per mantenere la categoria.

Nel rugby ottimo il campionato disputato finora dall’Amatori Catania attualmente al secondo posto, che vuole provare, come lo scorso anno a raggiungere la promozione. Discorso completamente diverso per il Cus Catania che occupa, invece, il penultimo posto e per cui si aprono oscuri scenari in caso, col nuovo anno, non vi sia un netto cambio di rotta.

Chiudiamo, infine, parlando con un grande successo del Calcio Catania Femminile: la giovane squadra capitanata da Aurora Calanna, dopo la promozione in serie B dello scorso anno, è entrata nella “famiglia” del Calcio Catania con sede a torre del Grifo. La società etnea ha, infatti, acquisito il 60% di quella femminile. In campionato la squadra, dopo un calo a metà del girone d’andata, ha saputo riprendersi e milita ora all’ottavo posto insieme al Napoli.