Il Giro d’Italia parte da Palermo, anzi no. Messina: “Nessuna polemica. Visibilità anche ad altro territorio”

Il Giro d’Italia parte da Palermo, anzi no. Messina: “Nessuna polemica. Visibilità anche ad altro territorio”

PALERMO – Il Giro d’Italia parte da Palermo. Anzi no. A smentire l’annuncio fatto del primo cittadino del capoluogo siciliano, Leoluca Orlando, in merito alla tappa inaugurale dell’edizione numero 103 della gara ciclistica, è giunta la nota dell’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Manlio Messina.


L’assessore ha messo un freno alle voci di un presunto scontro con Orlando che avevano preso piede poco dopo la diffusione, da parte di quest’ultimo, della notizia che vedeva Palermo eletta città inaugurale del Giro. Messina ha, quindi, precisato: “Nessuna polemica con il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e nessuno scontro. L’ipotesi di Palermo, per la partenza del Giro d’Italia era appunto soltanto una ipotesi, ma siccome una delle tappe, quella che da Monreale porta ad Agrigento, passerà proprio dalla città di Palermo, abbiamo deciso di dare visibilità anche a un altro territorio siciliano”.


L’assessore, per fare maggiore chiarezza sul cortocircuito di informazioni in merito alla gara, ha specificato che “non esiste alcun ‘giallo’ sulla 103esima edizione del Giro d’Italia, che partirà il prossimo 3 ottobre, voluto fortemente dal governo Musumeci e che è finanziato dalla Regione Siciliana che ne stabilisce il piano territoriale assieme all’organizzazione“.


L’assessore ha dichiarato che al momento sono tre le ipotesi prese in esame, “per cui siamo in stretto contatto con Rcs per l’esito delle valutazioni tecniche dei tre percorsi. Una volta che avremo l’esito, decideremo su quale sarà la scelta migliore, in base al territorio e anche all’individuazione di una cittàsimbolo della Sicilia“.



Messina ha concluso sottolineando che maggiori informazioni verranno rese note nei prossimi giorni, “del resto la Sicilia è tutta bella, quindi non abbiamo che l’imbarazzo della scelta e poi il ciclismo è uno degli sport nazionali e il Giro d’Italia ha appassionati ovunque“.