Catania, al via la diciottesima mostra “Amare Agata” dedicata a Sant'Agata - Newsicilia

Catania, al via la diciottesima mostra “Amare Agata” dedicata a Sant’Agata

Catania, al via la diciottesima mostra “Amare Agata” dedicata a Sant’Agata

CATANIA – Compie diciotto anni la mostra di abiti e costumi dedicata a Sant’Agata, manifestazione inserita all’interno dei solenni festeggiamenti Agatini, organizzata come ogni anno dall’Accademia di Belle Arti di Catania su iniziativa della professoressa Liliana Nigro, titolare della cattedra di Storia del Costume per lo Spettacolo, con il patrocinio del Comune di Catania e il supporto della casa di moda “Maison Du Cochon” e l’Associazione Nazionale Carabinieri – sezione di Catania.

L’evento culturale più glamour ed atteso dell’anno sarà inaugurato sabato 1 febbraio, ore 19,30, nel cuore di piazza Duomo, dalla sala Bellini del Comune di Catania al Palazzo dei Chierici, da dove sfileranno oltre cento modelle che indosseranno alcune creazioni degli allievi della Cattedra di Storia del Costume per lo Spettacolo presentate durante la scorsa edizione. Tema dell’edizione di quest’anno: “L’accoglienza e il rispetto delle diversità”.

La XVIII mostra “Amare Agata” è dedicata all’indimenticato artista e stilista Giovanni Palella della Maison Amelia Casablanca, da sempre vicino alle iniziative che sostengono i giovani e il loro talento. La monumentale mostra, supportata dalla consulenza artistica di Veronica Maugeri, Emanuele Ricchiena, Flavio Nisi, Roberto Di Mauro, Giulia Riga, Flavio Nisi, Giordana Fichera e Lidia Di Mauro, che vanta oltre cento creazioni originali e inedite, anche quest’anno si dividerà in più fasi: l’1 febbraio, alle ore 19,30, subito dopo la sfilata di alcune creazioni degli stilisti della Maison Du Cochon accompagnate dal suono magico del violino di Erika Ragazzi e inaugurata dalla candelora del MAS, mercato ortofrutticolo di Catania, la giuria di qualità dopo aver tagliato il nastro sceglierà i tre abiti più belli tra gli ottanta esposti al Palazzo dei Chierici, a cui andranno la borsa di studio e gli stage formativi offerti anche quest’anno dalla Maison Alta Moda Sposa Amelia Casablanca; il 4 febbraio, alle ore 14, sarà inaugurata come consuetudine l’esposizione di abiti “Agata incontra il suo popolo” presso la Basilica Santuario Maria SS. Al Carmine, nel cuore del mercato comunale di Catania, voluta da Padre Francesco Collodoro.

Tutto il programma della ricca manifestazione sarà spiegato il 27 gennaio alle 10,30 nell’elegante sala refettorio delle Biblioteche Riunite Civica e Ursino Recupero durante la conferenza stampa, coordinata dalla giornalista Elisa Guccione, e animata dall’assessore alla cultura e allo spettacolo della Regione Siciliana, dal sindaco di Catania, dall’assessore alla cultura del Comune di Catania, dal presidente del Comitato dei Festeggiamenti Agatini, dalla curatrice della mostra, dal direttore dell’Accademia di Belle Arti di Catania, da Nino e Fabio Palella della Maison Amelia Casablanca, da Luciana Cavalli, stilista, da Rita Carbonaro, direttrice e Responsabile della Biblioteca Ursino Recupero, e da Agostino Sella, direttore e  responsabile della Colonia Don Bosco.


Un premio speciale sarà assegnato anche allo stilista dell’abito più bello che sfilerà a piazza Duomo a cui sarà data la possibilità di uno stage formativo presso il calzaturificio d’arte e moda EGA della stilista Luciana Cavalli.

Il progetto grafico è stato realizzato dal professore Gianni Latino, le foto del catalogo dai professori Carmen Cardillo, Egidio Liggera e dagli studenti di fotografia. Il professore Giuseppe Frazzetto ha curato il testo critico del catalogo dedicato alla mostra. La professoressa Daniela Costa per l’occasione ha realizzato delle grafiche che verranno omaggiate ai giurati e alle autorità.

La giuria di qualità presieduta da Rita Angela Carbonaro è composta da Luciana Cavalli, stilista, Ettore Messina, assessore alla cultura di Piazza Armerina, Sara Pettinato, chirurgo e senologo, Clara Leonardi, direttore della ragioneria generale del Comune di Catania, Domenico Leonardi, presidente Consorzio Gonimos, Giovanna Genovese, giornalista, Agostino Sella, direttore e responsabile colonia don Bosco, e Gianna Azzaro, organizzatrice eventi. Si ringraziano inoltre l’Accademia Nicotra Formazione, Archè scuola di Formazione e Consulenza, Agostino Zanti parrucchieri e l’agenzia di moda e spettacolo Gianni Belebung di Gianni Vinciguerra.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com