Distrugge segnaletica stradale e barriere, carabinieri lo incastrano grazie ai video postati sui social

Distrugge segnaletica stradale e barriere, carabinieri lo incastrano grazie ai video postati sui social

PACHINO – I carabinieri di Pachino hanno denunciato un giovane 20enne per il danneggiamento, avvenuto meno di 48 ore fa, in località Tre Colli.

Il giovane, meccanico e incensurato, nella nottata del 26 febbraio, aveva danneggiato la segnaletica stradale e delle barriere Jersey che erano state poste dall’amministrazione comunale.

Tutte le fasi dell’atto vandalico erano state “postate” sui principali social-network dalle persone presenti, pertanto, i carabinieri sia dalle risultanze della rete che da alcune testimonianze, hanno identificato il giovane che è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Siracusa.

Sono in corso ulteriori accertamenti per identificare altri soggetti partecipanti all’atto vandalico.

Il video

Manomette l’erogatore di energia elettrica che alimenta le videocamere ZTL

La polizia municipale in collaborazione con il personale di vigilanza del trasporto pubblico, è riuscita a identificare e denunciare a piede libero l’autore di un atto vandalico, grazie alle riprese del sistema di videosorveglianza di una banca nelle vicinanze.

Il video mostra un uomo di circa 50 anni, di corporatura robusta, che si avvicina al distributore di telecamere a bordo di un ciclomotore Piaggio Sì di colore amaranto. Dopo essere sceso dal veicolo, l’uomo forza lo sportello del distributore, rimuove il differenziale con i fili elettrici attaccati e lo ripone nel bauletto del ciclomotore. Successivamente, si allontana rapidamente in direzione della Stazione Centrale.

Grazie alle immagini, gli agenti di Polizia giudiziaria sono stati in grado di risalire all’identità dell’uomo e di rintracciarlo nella sua abitazione, dove hanno trovato anche il ciclomotore utilizzato per il reato. L’uomo, sorpreso dal video, ha confessato di aver manomesso l’erogatore e ha consegnato sia la tronchesina utilizzata per tranciare i cavi, sia il differenziale sottratto.



Gli agenti hanno sequestrato il materiale consegnato, redatto il verbale di identificazione, l’elezione del domicilio e la nomina del difensore di fiducia del trasgressore. Inoltre, hanno sanzionato l’uomo per la mancanza di copertura assicurativa, per aver circolato sul marciapiede al momento della manomissione, per la guida senza casco e per il fatto che il ciclomotore non era immatricolato.

Tutte le sanzioni previste per il reato sono state applicate, tra cui il sequestro amministrativo del mezzo.

TRAFFICO ILLECITO DI DROGA E FURTO DI ENERGIA ELETTRICA

Il 7 febbraio, la Polizia di Stato di Licata e l’unità cinofila della Guardia di Finanza hanno effettuato un’operazione volta a combattere il traffico illecito di sostanze stupefacenti.

Durante i controlli e le perquisizioni, è stata sequestrata un’ingente quantità di droga, tra cui cocaina, hashish e 60 grammi di marijuana, insieme a denaro contante superiore a 6mila euro e dispositivi utilizzati nella fabbricazione e nella distribuzione di droghe.

Tre persone sono state denunciate all’autorità giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nel corso dell’operazione, gli agenti sono entrati in un edificio nel centro di Licata e hanno trovato un panetto di 520 grammi di cocaina, con ogni probabilità pura poiché si presentava non tagliata, un bilancino di precisione e altri strumenti per confezionare la droga.

Inoltre, è stato scoperto che il contatore dell’energia elettrica era stato manomesso e che era in corso un furto di energia.

Infine, durante una perquisizione nell’abitazione di un giovane di 23 anni residente a Licata, è stata trovata cocaina e strumenti per il confezionamento della droga.