Sicilia, nuovo digitale terrestre 2: cosa fare per visualizzare le emittenti siciliane

Sicilia, nuovo digitale terrestre 2: cosa fare per visualizzare le emittenti siciliane

SICILIA – È scattata l’ora X per le emittenti televisive siciliane. Durante la mattinata di oggi, venerdì 29 aprile, sono stati spenti i trasmettitori per passare dal digitale terrestre al digitale terrestre 2.

Sfortunatamente non tutti potranno fare questo passaggio. Ben 80 emittenti siciliane sono rimaste fuori e dovranno dunque o chiudere definitivamente o ridurre gli organici e tentare la difficile via di internet con lo streaming. Ad aver superato la selezione del bando ministeriale sono state 55 emittenti siciliane, piccole, locali, ma anche regionali.


Cambiamenti anche per i telespettatori che dovranno risintonizzare il proprio televisore e probabilmente dovranno farlo più volte perché questa fase di transizione inizia oggi e terminerà la prossima settimana consentendo di agganciare le nuove frequenze e continuare a vedere l’intero pacchetto televisivo.

Sarà la Raiway a veicolare tutti i segnalati delle emittenti televisive siciliane che vengono “sfoltite”, anche in barba all’articolo 21 della Costituzione, per cedere le frequenze alla telefonia mobile al 5G.

Foto di repertorio