Bonus Sicilia, 125 milioni di euro per oltre 57mila microimprese danneggiate dal Coronavirus: ecco come

Bonus Sicilia, 125 milioni di euro per oltre 57mila microimprese danneggiate dal Coronavirus: ecco come

PALERMO – Per oltre 57mila imprese siciliane arriva il nuovo “Bonus Sicilia“, una serie di contributi a fondo perduto concessi dalla Regione Siciliana a sostegno del sistema produttivo e, in particolare, delle microimprese artigiane, commerciali, industriali e di servizi locali.


La misura è una delle tante previste nel Piano in risposta all’emergenza Coronavirus in Sicilia e prevede una dotazione finanziaria di 125 milioni di euro, che verrà distribuita equamente alle imprese che hanno partecipato al bando e sono risultate idonee a ricevere il contributo per un massimo di 3.500 euro per ciascuna attività richiedente.

La somma sarà trasmessa con una procedura semplificata attraverso la piattaforma informatica dedicata SiciliaPei (qui il link) alle microimprese ritenute idonee. Secondo quando indicato nel bando, sono da ritenere microimprese idonee quelle attività con meno di dipendenti e fatturato annuo e/o totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro e con sede legale e/o operativa in Sicilia (alla data 31 dicembre 2019). Sono incluse nel bando quelle imprese che abbiano registrato “una diminuzione di fatturato del 25% nel periodo marzo-aprile 2020” o la cui attività sia stata sospesa durante il lockdown.


Il contributo effettivo del nuovo Bonus Sicilia, uguale per tutti, sarà concesso dividendo la dotazione finanziaria complessiva per il numero di domande correttamente presentate entro i termini. L’importo sarà erogato direttamente sul conto corrente indicato dalle aziende su SiciliaPei, senza ulteriori richieste.

Fonte immagine: SiciliaPei