“Mediterraneo frontiera di pace”, delegazione Ragazzi Sindaci della Sicilia presente a Firenze

“Mediterraneo frontiera di pace”, delegazione Ragazzi Sindaci della Sicilia presente a Firenze

SICILIA – All’incontroMediterraneo frontiera di pace 2022”, che riunirà a Firenze il 26 e 27 febbraio i Vescovi e i sindaci del Mediterraneo sarà presente una delegazione di Ragazzi Sindaci della Sicilia e del Veneto impegnati nella ricerca dei valori della pace e dell’armonia tra i popoli.

Vedendo in Giorgio La Pira il modello di “sindaco per la gente” a servizio del bene comune e “ambasciatore di pace”, i Ragazzi Sindaci, accanto ai sindaci delle città del Mediterraneo, si sentiranno protagonisti di un impegno di responsabilità nella costruzione di una società umana, rispettosa accogliente e inclusiva.


La delegazione, guidata dal preside Giuseppe Adernò, grazie all’interessamento di Monsignor Antonino Raspanti, vescovo di Acireale e vicepresidente della CEI, parteciperà il 26 febbraio all’incontro che avrà luogo a Palazzo Vecchio e sarà illustrata la “Carta di intenti” sul temi di città e cittadinanze nel Mediterraneo, che sarà presentata il giorno dopo a Papa Francesco, il quale concluderà il convegno con la celebrazione della Santa Messa nella Chiesa di Santa Croce, alla quale interverrà anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Nel breve soggiorno fiorentino i ragazzi sindaci delle scuole: San Giovanni Bosco di Catania, Motta S Anastasia, Misterbianco, Sant’Agata Li Battiati, Mazzarrone e Licodia Eubea, visiteranno anche la mostraLe tre Pietà di Michelangelo. Non vi si pensa quanto sangue costa”, allestita nel Museo dell’Opera del Duomo.

Per la prima volta si mettono a confronto, vicina l’una all’altra, l’originale della Pietà Bandini e i calchi della Pietà Vaticana e della Pietà Rondanini provenienti dai Musei Vaticani.

Gli studenti potranno meglio osservare l’evoluzione dell’arte di Michelangelo nonché la sua maturazione spirituale, dalla prima giovinezza – quando a Roma scolpì per l’antica San Pietro l’opera che si ammira ora nella navata laterale nord della Basilica di San Pietro e che porta il suo nome sul petto della Madonna – alla sua ultima stagione, quando, ormai vecchio, mise mano alla Pietà oggi a Firenze, raffigurando se stesso nelle sembianze di Nicodemo, e poi alla Pietà Rondanini conservata a Milano.

In questa breve esperienza di cultura e di cittadinanza i Ragazzi Sindaci visiteranno i monumenti storici di Firenze e la torre di Pisa.