Maltempo, Sicilia in ginocchio: tutto quello che è successo in 24 ore – FOTO

Maltempo, Sicilia in ginocchio: tutto quello che è successo in 24 ore – FOTO

SICILIA – Il maltempo ha messo in ginocchio la Sicilia. Non è raro che in caso di abbondanti piogge ed eventi metereologici avversi l’Isola debba far fronte a disagi che si generano a causa della fatiscenza di molte strutture.

Siracusa

Nel territorio siracusano è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco, sono caduti alberi, tendoni, calcinacci, canne fumarie e pali della luce. Anche le condizioni delle strade invitano alla massima prudenza, soprattutto quelle esposte alle mareggiate.


Date le preoccupanti condizioni il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, ha ordinato per la giornata di oggi la chiusura degli impianti sportivi, delle aree mercatali, del Parco archeologico, del cimitero e tutte le manifestazioni sono sospese.

Danni ingenti anche a Pachino, Rosolini, Noto e Floridia.

Catania

Anche nel territorio di Catania le segnalazioni per danni causati dal maltempo sono state numerose. Solo nella giornata di ieri gli interventi dei vigili del fuoco sono stati 18. Le chiamate sono arrivate dal Comune di Caltagirone, Viagrande, SantAgata Li Battiati e Catania centro.


Fonte foto “Giò Giusa” immortalate le strade di Riposto

Sia il porticciolo di Ognina che quello di Riposto si sono riempiti di acqua a causa delle forti mareggiate. Inoltre, tra gli altri danni si registra l’allagamento dell’ospedale Policlinico, per la quale è stato necessario spostare alcuni pazienti.


Fonte foto “Giò Giusa” immortalato il Porto dell’Etna di Riposto

Ragusa

Le avverse condizioni meteo hanno determinato un guasto nelle linee di alimentazione elettrica dell’impianto di sollevamento di Contrada Lusia a Ragusa. Infatti, il Comune ha comunicato che potranno essere presenti delle criticità nella fornitura idropotabile in alcuni quartieri della città, come nelle zone Cappuccini, via Archimede e Palazzello. Si sta cercando di ripristinare le condizioni di normalità e fino a quel momento sarebbe opportuno utilizzare la risorsa idrica in maniera controllata.

Messina

Una violenta mareggiata si è abbattuta a Giardini Naxos e grosse difficolta si sono registrate nei luoghi del Taorminese. Qualcuno ha anche collocato le paratie per evitare danni provocati dai marosi.

Intanto a Giardini Naxos, per precauzione, la polizia locale ha chiuso al transito la via Calcide Eubea, visto che il tratto ubicato alle spalle del molo di Schisó è al momento molto colpito dalle onde e sulla carreggiata sono state rovesciati numerosi vasi con piante.


Fonte foto “ANSA”

Palermo

Il forte vento e la pioggia battente hanno creato diversi disagi anche nelle zone di Palermo. Sono caduti alberi anche su auto posteggiate e in mezzo alle strade. Tale condizione ha richiesto l’intervento dei vigili del  fuoco affiancati dai vigili urbani.


Enna e Caltanissetta

Fortunatamente a Enna e Caltanissetta non si sono ancora registrati danni a cose o persone. Le piogge in questa zona della Sicilia sono deboli, ma probabilmente continueranno fino a domani. I venti sono comunque forti, perciò si consiglia di ripararsi in casa e senza esporsi a rischi.

Agrigento

Il territorio agrigentino è stato colpito dal maltempo, infatti, nei giorni scorsi il sindaco del capoluogo Francesco Miccichè, ha disposto la chiusura dei cimiteri e delle scuole. Anche Favara tale ordinanza è stata firmata dal sindaco Antonio Palumbo.

Trapani

Nel trapanese alcuni giorni fa è stata chiusa – successivamente riaperta – la Strada statale 187 di Castellammare del Golfo. A causa della presenza di fango e detriti sulla carreggiata.