“Quali interventi, strumenti e modalità?”: seminario informativo al C.D. “Fava” sui disturbi specifici dell’apprendimento

“Quali interventi, strumenti e modalità?”: seminario informativo al C.D. “Fava” sui disturbi specifici dell’apprendimento

Fra le peculiarità che caratterizzano la moderna scuola italiana si ritrova l’attenzione riservata ai disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) da parte degli gli insegnanti, sempre più attenti sia alle problematiche d’apprendimento dei loro alunni sia alla conoscenza di innovativi strumenti compensativi, utili a supportare tali difficoltà al fine di poter agevolare quanto meglio possibile la crescita evolutiva dei ragazzi.

Fra i DSA la dislessia (rappresentata dalla difficoltà di leggere e interpretare il testo scritto) è forse il disturbo più diffuso, che, bisogna precisare, si presenta in soggetti perfettamente normodotati dal punto di vista cognitivo e frequentemente collegati a una maggiore creatività, capacità di adattamento cognitivo e risoluzione dei problemi.




La problematica in questione, secondo dati statistici più recenti, colpisce dal 5 al 12% della popolazione europea. In Italia, secondo i dati forniti dal Miur ed aggiornati all’anno scolastico 2016/2017, gli alunni con DSA sono stati complessivamente oltre 250mila, pari al 2,9% della popolazione scolastica con preminenza del disturbo relativo alla dislessia.

Al fine di poter favorire momenti di incontro e di scambi utili ad una collaborazione fattiva fra gli specialisti del settore, genitori, istituzioni scolastiche, Sanità mirati a valorizzare il potenziale di questi giovani alunni bisognosi d’essere guidati didatticamente in modo personale e specifico, è stata instituita la European Dyslexia Awareness Week, promossa annualmente dalla European Dyslexia Association (EDA) dal 2 all’8 ottobre.

In aderenza a tale progetto, anche il Circolo Didattico Fava di Mascalucia, guidato dal Dirigente Scolastico Prof.ssa Maria Gabriella Capodicasa, in collaborazione con l’Associazione “La casa di Filo e Sophia”, ha organizzato per martedì 16 ottobre alle ore 16,30 nel salone Santina D’Urso della scuola, una giornata di approfondimento e confronto sui disturbi specifici di apprendimento.

Il seminario ospiterà quali relatori la Dott.ssa Concetta Giovanna Fichera (psicologa e psicodiagnosta) e il Dott. Alfredo Alfio Scuderi (tutor dell’apprendimento esperto nei processi educativi speciali e DSA). L’evento formativo “Quali interventi strumenti, e modalità?”, rivolto al personale docente, genitori e a quanti altri volessero partecipare, darà anche la possibilità di poter prenotare uno screening da effettuare successivamente nella sede dell’Associazione.

In conclusione, anche se la dislessia quale DSA, crea difficoltà in certe aree, è frequente nei dislessici una coordinazione, un’empatia e uno spirito artistico al di sopra della media. Basti pensare ai grandi musicisti quali Beethovene o Mozart, pittori come Picasso, scienziati, ricordando ad esempio Gugliemo Marconi, presidenti quali John Fitzgerald Kennedy, per non parlare di un grande beniamino dei bambini, Walt Disney, il più grande indiscutibile inventore di cartoni animati, (tanto per citarne solo alcuni), che pur dislessici hanno lasciato nel mondo una traccia indelebile e maestosa della loro creatività e capacità intellettuale.