Anniversari, valori e saluti: si conclude l’anno scolastico dell’I.C.S. “F. De Roberto” – FOTO

Anniversari, valori e saluti: si conclude l’anno scolastico dell’I.C.S. “F. De Roberto” – FOTO

CATANIA – L’anno scolastico che si avvia alla conclusione della scuola F. De Roberto di Catania è stato intenso di attività e iniziative di grande valenza formativa e forte coinvolgimento emotivo per tutti gli ordini di scuola che, attraverso trepidanti manifestazioni e variegate attività, hanno ricordato la storia della nostra Repubblica e i 70 anni della Costituzione Italiana (entrata in vigore l’1 gennaio 1948) testo che racchiude i diritti inviolabili e i doveri inderogabili di ciascun individuo.

Al coro di festa generale si uniscono i giovani alunni della scuola dell’Infanzia del plesso di via dell’Atleta dell’I.C.S. F. De Roberto di Catania che oltre alle consuete attività didattiche hanno ricordato anche un altro importante Anniversario: i primi Cinquant’anni di storia della Scuola dell’Infanzia italiana e l’istituzione della Scuola Materna Statale (Legge 18 marzo 1968, n. 444) primo segmento del percorso di istruzione che, preposto “all’educazione e allo sviluppo affettivo, psicomotorio, cognitivo, morale, religioso e sociale dei bambini, stimola le potenzialità di relazione, autonomia, creatività, apprendimento, e mira ad assicurare un’effettiva eguaglianza delle opportunità educative” (Legge 444 del 18 marzo 1968).

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in accordo con la Presidenza della Repubblica Italiana, con la collaborazione del Ministero dell’Economia e delle Finanze, del Senato della Repubblica e dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, ha distribuito una copia del testo della Costituzione a tutti gli studenti delle scuole.



Inoltre il Miur, attraverso il Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione, ha inviato una circolare a tutti gli uffici scolastici regionali invitandoli a proporre iniziative di riflessione e celebrazione alle scuole dei propri territori, con l’obiettivo di “salvaguardare questo prezioso patrimonio della nostra comunità nazionale”.

A questo proposito, abilmente guidati dalle docenti Giusi Casalotto, Giuseppina Marotta, Concetta Costa, Eleonora Morabito e Mariagrazia Galeano, i bimbi delle sezioni del plesso dell’Atleta, in modo semplice e ludico, hanno affrontato riflessioni su tematiche che solo in apparenza sono più grandi di loro.

Attraverso diverse e formative attività a loro note e congeniali come cartelloni didascalici, poesie, canti e recite hanno appreso la fondamentale importanza della scuola dell’infanzia, hanno imparato parole importanti come istruzione, diritti, tutela, libertà, cura e a capirne, con chiari esempi ed opportune immagini, il grande significato. Hanno appreso che anche loro sono dei piccoli cittadini e in quanto tali hanno diritti e doveri. Hanno altresì contribuito e ‘aiutato’ le loro maestre ad illustrare con dovizia di didascalie un Lapbook, in cui sono condensati ed evidenziati con suggestivi ed opportune tecniche i principali articoli contenuti nella Convenzione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Durante la manifestazione finale dal titolo “Noi… come Pinocchio”, i bambini sulle orme del famoso personaggio, hanno rappresentato ciò che hanno imparato attraverso i linguaggi della creatività, della musica e della rappresentazione teatrale.

Pertanto come Pinocchio, il quale ha dovuto imparare le regole della vita i bambini hanno gridato a gran voce le sacre parole di Libertà, Uguaglianza, Pace, Giustizia, Amicizia, Solidarietà forse ripetute inconsapevolmente o forse (lo auspichiamo) scolpite nelle loro anime.

I bambini di 5 anni hanno elencato i più significativi articoli e i bambini di 3 e 4 anni li hanno spiegati attraverso la gestualità.

La Dirigente scolastica, professoressa Antonia Maccarrone, ha promosso con grande impulso l’iniziativa auspicando ulteriori coinvolgenti attività.