Giornata internazionale del benessere sessuale: imparare a conoscere e a conoscersi per vivere bene

Giornata internazionale del benessere sessuale: imparare a conoscere e a conoscersi per vivere bene

PALERMO – Ogni 4 settembre l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) promuove la Giornata internazionale del benessere sessuale. In totale, sono ben 35 i Paesi ad aderire a tale iniziativa, tra cui l’Italia, ma da noi l’argomento “sesso” non viene pubblicizzato abbastanza, non gli viene data la giusta importanza se pur sia un elemento che fa parte di noi stessi e che influenza la nostra vita.

Mentre all’estero, in occasione della Giornata, si organizzano convegni, seminari, interventi nelle scuole, negli ospedali, all’università, in piazza, mostre e incontri, in Italia regna il silenzio e il sesso sembra ancora essere un tabù fortemente radicato.



Ogni anno, in occasione di questa Giornata di informazione, viene affrontato un tema e quello previsto per il 2019 segue lo slogan “Sexuality Education for all: a bridge to sexual health” (“Educazione sessuale per tutti: un ponte verso il benessere sessuale”). Quest’anno in particolar modo, i riflettori sono puntati sull’importanza dell’educazione sessuale e sul diritto a essere informati sulla sessualità e sulla salute sessuale.

Proprio sull’educazione sessuale e sull’uso dei contraccettivi in Italia si brancola ancora nel buio: secondo uno studio della Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica (Fiss) pubblicato nel 2018, solo il 56,61% degli italiani ha detto di usarli abitualmente, al contrario di un 20% che ha risposto con un secco “mai”. Il resto se ne ricorda a volte sì e a volte no, a seconda delle situazioni. Il re indiscusso è il preservativo, ma c’è ancora un numero elevatissimo di ragazzi e uomini che utilizza il metodo del coito interrotto come pratica per evitare gravidanze indesiderate (non sempre riuscendoci).


In ogni caso, sul tema del benessere sessuale gli esperti sono chiari: per avere un buono stato di salute intimo bisogna prima di tutto essere in buona salute fisica complessiva. E questo significa seguire una dieta attenta, fare attività fisica, tenersi lontano da alcol, droghe e fumo e fare prevenzione.

Immagine di repertorio