“Ti amerò sempre piccola mia…”, Ciro Migliore scrive alla fidanzata Maria Paola Gaglione

“Ti amerò sempre piccola mia…”, Ciro Migliore scrive alla fidanzata Maria Paola Gaglione

Amore mio.. oggi sono esattamente 3 anni di noi, 3 anni. A prenderci e lasciarsi in continuazione… avevo la mia vita come tu avevi la tua… ma non abbiamo mai smesso di amarci… dopo 3 anni ti stavo vivendo ma la vita mi ha tolto l’amore mio più grande, la mia piccola“.


Inizia così il post su Instagram di Ciro Migliore, il fidanzato di Maria Paola Gaglione, morta dopo essere stata speronata dal fratello mentre si trovava su uno scooter con Ciro.


Non posso accettarlo, perché Dio non ha chiamato me? Perché proprio a te amore mio… non riesco più a immaginare la mia vita senza te… non ci riesco. Non riesco più a dormire, penso a te 24 su 24 amore mio, mi manchi, mi manchi tantissimo. Eri l’unica per me, l’unica che mi amava veramente. Non posso accettarlo ancora… non ci riesco. Mi mancano le tue carezze… mi manca quando mi svegliavi la mattina a darmi fastidio. Mi manca tutto di te, non ho mai smesso di amarti dal primo giorno che ti ho vista… Ti amerò sempre piccola mia“.


Fonte immagine Instagram

La morte di Maria Paola sarebbe legata alla transessualità di Ciro. Ciro non era Ciro, nasce donna. Ma sin da subito si sente un uomo. Il corpo ricoperto di tatuaggi e un amore contrastato senza la libertà di essere vissuto. Una relazione che per il fratello di Maria Paola era inaccettabile. “Mia sorella è stata infettata“, avrebbe dichiarato agli inquirenti. Infettata da chi? Da cosa?



La morte di Maria Paola, nel 2020, è davvero inaccettabile.

Fonte immagine Instagram