Ritirata culla Fisher-Price: oltre 30 bambini morti dal 2009 - Newsicilia

Ritirata culla Fisher-Price: oltre 30 bambini morti dal 2009

Ritirata culla Fisher-Price: oltre 30 bambini morti dal 2009

La Fisher-Price, venerdì, ha richiamato circa 4,7  milioni di culle Rock’n Play, giorni dopo che un gruppo di esperti ha esortato la sua casa madre, la Mattel, a smettere di vendere il prodotto, che avrebbe causato diversi decessi infantili.

La Commissione sulla sicurezza dei prodotti di consumo degli Stati Uniti ha detto che i consumatori dovrebbero smettere immediatamente di utilizzare la culla e contattare Fisher-Price per un rimborso o un buono.



Secondo quanto si legge dal rapporto della commissione, “gli incidenti mortali infantili si sono verificati in Rock ‘n Play Sleepers, dopo che i bambini rotolandosi da un lato all’altro del corpo sono rimasti soffocati“. Si parlerebbe di circa 32 morti a partire dal 2009, dei quali 10 decessi a partire dal 2015.

È stata l’Accademia statunitense dei Pediatri a richiedere il ritiro della culla, in quanto quest’ultima, secondo quanto dichiarato dalla presidente, Kyle Yasuda, sarebbe “mortale”. Difatti, il sistema non avrebbe previsto un’adeguata messa in sicurezza dei piccoli, lasciandoli troppo liberi e facendo si che i bimbi, durante delle torsioni notturne si soffochino. Quindi, potrebbe succedere che nel sonno si girino e non riescano più a tornare nella posizione di sicurezza.


Fisher-Price ha comunque rivendicato la sicurezza del suo prodotto, spiegando che tutti i decessi si sono verificati in casi in cui i genitori non hanno assicurato i neonati al seggiolino con le cinture come indicato nel manuale di istruzioni.

Fonte immagine: United States Consumer Product Safety Commission (CPSC)