Dietrofront di EasyJet: “Se rimane la limitazione dei posti non voleremo più in Italia”

Dietrofront di EasyJet: “Se rimane la limitazione dei posti non voleremo più in Italia”

Come annunciato in precedenza, l’EasyJet dovrebbe riprendere la sua “corsa” dal prossimo 15 giugno con diverse rotte da Nord a Sud Italia. Pare, però, che potrebbe esserci un dietrofront.

L’amministratore delegato, Johan Lundgren, infatti, avrebbe dichiarato che, nel caso in cui dovessero essere mantenute le attuali norme di distanziamento sociale oltre la data suddetta, la compagnia britannica potrebbe non volare più in Italia.


Non sarebbe possibile, infatti, operare potendo vendere soltanto un terzo dei posti. Non corrisponderebbe un guadagno congruo per giustificare il servizio.

Ritornerà a volare nel Bel Paese, invece, l’Air France-Klm, garantendo tutte le misure a bordo idonee a prevenire ogni possibile rischio.



Immagine di repertorio