Spacciatori minorenni arrestati: condotti nel Centro di Prima Accoglienza di Catania

Spacciatori minorenni arrestati: condotti nel Centro di Prima Accoglienza di Catania

RAGUSA – La Squadra Mobile di Ragusa ha arrestato due cittadini albanesi, minori di 18 anni, (entrambi residenti a Ragusa) responsabili del reato di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo marijuana.


Al fine di prevenire lo spaccio di stupefacenti rivolto ai numerosi ragazzi, spesso giovanissimi, che lo acquistano per farne uso personale, su precise direttive del Questore di Ragusa, Giusi Agnello, gli uomini della Squadra Mobile, a partire dalle prime ore del pomeriggio del 16 ottobre scorso, hanno eseguito un mirato servizio nella zona del centro storico.

L’attività di osservazione condotta dai poliziotti ha consentito di accertare la cessione di sostanza stupefacente che uno dei soggetti, poi arrestati, aveva effettuato in favore di un altro minorenne,
quest’ultimo segnalato amministrativamente per la detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale.


L’attenzione del personale operante si concentrava su una abitazione del centro cittadino, presso la
quale i poliziotti avevano notato l’autore del reato di spaccio che usciva dall’abitazione, pertanto è stata immediatamente sottoposta a perquisizione domiciliare.

L’indagine ha consentito di rinvenire e sequestrare 350 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana e del materiale atto al confezionamento dello stupefacente in dosi, materiale, questo, in
possesso di un complice del soggetto fermato in precedenza, anch’esso minore di 18 anni.

Al termine dell’attività investigativa, gli autori del reato sono stati condotti nel Centro di Prima Accoglienza di Catania, a disposizione dell’autorità giudiziaria competente. Nella giornata di ieri il Tribunale per
i Minorenni di Catania ha confermato la legittimità del provvedimento operato dalla Polizia giudiziaria.