Le nomine “illecite” di Patrizia Monterosso: a giudizio Crocetta, Lombardo e altri 12 ex assessori regionali

Le nomine “illecite” di Patrizia Monterosso: a giudizio Crocetta, Lombardo e altri 12 ex assessori regionali

CATANIA – È stata fissata per il prossimo 20 marzo 2019 alle ore 9,30 dalla Procura della Corte dei Conti, l’udienza nei confronti di Raffaele Lombardo e Rosario Crocetta – i due ex governatori della Sicilia – e di 12 ex assessori regionali. A quest’ultimi viene chiesta la somma di 893.942 euro in favore della Regione a conclusione dell’istruttoria aperta sulla nomina e poi successiva riconferma, come segretaria generale di Patrizia Monterosso.

Le nomine sono state ritenute “illecite”, almeno questa è la tesi del procuratore regionale della Corte dei Conti, Gianluca Albo. Secondo quanto riportato dal quotidiano “La Sicilia”, lo stesso Albo ha disposto la citazione in giudizio per i 14 ex amministratori regionali.




Tutto ha avuto inizio da segnalazioni e da denunce da parte del sindacato dei dirigenti regionali, Dirsi.

Insieme a Lombardo e Crocetta, gli ex assessori implicati sono: Alessandro Aricò, Accursio Gallo, Beppe Spampinato, Daniele Tranchida, Amleto Trigilio, Marco Venturi; con Crocetta anche Mariella Lo Bello, Vania Contrafatto, Giovanni Pistorio, Bruno Marziano, Baldo Gucciardi e Luisa Lantieri.  

L’attuale goverantore Nello Musumeci non ha confermato l’incarico a Patrizia Monterosso che attualmente è direttore della Fondazione Federico II.