Discarica abusiva sulla spiaggia di Milazzo: arriva la dichiarazione di stato di calamità naturale - Newsicilia

Discarica abusiva sulla spiaggia di Milazzo: arriva la dichiarazione di stato di calamità naturale

Discarica abusiva sulla spiaggia di Milazzo: arriva la dichiarazione di stato di calamità naturale

MILAZZO – Le soluzioni di Stato e Regione per intervenire sulla discarica abusiva emersa da una mareggiata sulla spiaggia di ponente di Milazzo, posta sotto sequestro dalla Guardia Costiera il 3 gennaio, riguardano la dichiarazione dello stato di calamità e dello stato di emergenza.

Oggi era prevista una riunione all’Assessorato regionale all’Ambiente, presieduta dall’assessore Toto Cordaro, che si è conclusa con l’annuncio di una riunione di giunta regionale domani durante la quale verrà ufficializzata la richiesta dello stato di calamità. L’assessore fa sapere che la giunta straordinaria di domani servirà a inserire Milazzo fra i Comuni colpiti dalle ultime mareggiate, per i quali è già stato dichiarato lo stato di emergenza, e a inviare la delibera al Consiglio dei Ministri per la dichiarazione dello stato di calamità naturale.

Cordaro ha anche comunicato che l’Arpa, previo accordo con la Capitaneria di Porto e nulla-osta della Procura della Repubblica, effettuerà dei saggi nell’area per caratterizzare i rifiuti, nel frattempo la Protezione civile interverrà per contenere l’area per evitare che altre mareggiate facciano disperdere i rifiuti in mare, causando quindi gravi danni ambientali in una zona dove si trovano un’area marina protetta e le Isole Eolie. Inoltre, il Comune di Milazzo e il Dipartimento Acqua e Rifiuti dovranno individuare un sito nel quale trasferire, al termine della loro caratterizzazione, i rifiuti.

Il sottosegretario all’Economia, Alessio Villarosa, ha rassicurato sull’interesse del governo nazionale aggiungendo anche di aver contattato il capo della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli per allertare gli uffici dell’imminente delibera dello stato di calamità naturale.


Fonte immagine: Repubblica.it

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com