Palermo-Reggina, partita cardine e inizio di un ciclo di fuoco per i rosanero. Le probabili formazioni

Palermo-Reggina, partita cardine e inizio di un ciclo di fuoco per i rosanero. Le probabili formazioni

PALERMO – Inizia domani alle 16,15 contro la Reggina al Barbera una serie di incontri che il calendario ha previsto per il Palermo, che dovrà affrontare nell’arco di un mese sei delle squadre che lo precedono in classifica e che sono considerate a tutti gli effetti le principali aspiranti alla promozione in Serie A.

Dopo la Reggina, infatti, i rosanero dovranno vedersela con Genoa, Frosinone, Sudtirol, Ternana e Pisa in un ciclo che non è insensato definire di fuoco e il cui esito sarà determinante per prosieguo del campionato.

Intanto, i nuovi arrivi, frutto della sessione invernale del calciomercato, offriranno a Corini la possibilità di operare con una rosa più ampia e di qualità. Uomini come Verre e Tutino, per citare i due nomi di spicco appena approdati al Palermo, saranno sicuramente capaci di dare il loro contributo in termini di tecnica ed esperienza per la causa rosanero, il cui obiettivo ancora rimane il consolidamento della categoria, in attesa di riparlarne dopo il ciclo di fuoco.



Il tecnico rosanero sembrerebbe voler riconfermare per domani, nella partita che potrebbe delineare i reali confini delle aspirazioni del Palermo, l’undici vittorioso ad Ascoli, riservandosi di avvalersi dei nuovi in corso d’opera e in relazione all’andamento della partita.

Le probabili formazioni

Dovrebbe, quindi, essere mantenuto il modulo 4-3-3, interscambiabile con il 3-5-2 in funzione delle posizioni di Sala e Valente, con in campo dall’inizio Pigliacelli; Mateju, Nedelcearu, Marconi, Sala; Segre Damiani, Saric; Valente, Brunori e Di Mariano.

La Reggina di Pippo Inzaghi, terza in classifica e davanti al Palermo con 8 punti di distacco, dovrebbe schierarsi con il 4-3-3 con Contini; Pierozzi, Terranova, Gagliolo, Di Chiara; Majer, Crisetig, Liotti; Canotto, Menez, Rivas.