Juve Stabia-Palermo, importante non perdere il passo. Le probabili formazioni

Juve Stabia-Palermo, importante non perdere il passo. Le probabili formazioni

PALERMO – Accantonata la vittoria contro il Campobasso, il popolo rosanero domani vorrebbe estasiato nuovamente strabuzzare gli occhi come successo nei primi cinque minuti domenica e non rivivere l’ansia e la tensione che ne è seguita fino al calcio di rigore stampato sulla traversa da Bontà.

La Juve Stabia, ancora imbattuta e reduce da due trasferte consecutive con vittoria in trasferta a Latina e prezioso pareggio contro il Foggia di Zeman, si presenta avversario difficile, ben disposto in campo, coriaceo e determinato.


Walter Novellino, indimenticato fantasista del Perugia e del Milan, con un recente passato da allenatore anche sulla panchina rosanero, sta facendo un ottimo lavoro, con un gruppo giovane, forte in difesa, che ha riacceso l’entusiasmo dei tifosi stabiesi.

La partita, in programma domani, lunedì 4 ottobre alle ore 21 al Menti di Castellammare di Stabia, è un importante test per il Palermo, il cui obiettivo è rimanere attaccato al treno per la Serie B e non fare ulteriori passi falsi che possano allungare il distacco, già di 5 punti, con il vertice della classifica occupato dal Bari.

Filippi sembra intenzionato ad apportare poche modifiche alla formazione titolare mandata in campo domenica. L’indisponibilità di Odjer squalificato darà di nuovo spazio a De Rose, mentre le novità dovrebbero essere Perrotta al posto di Lancini in difesa e Doda sulla fascia destra in sostituzione di Almici. In bilico anche la presenza di Valente acciaccato, che potrebbe lasciare campo libero a Giron.

La probabile formazione del Palermo, schierato con il 3-4-2-1, dovrebbe, quindi, essere
composta da Pelagotti; Buttaro, Marconi, Perrotta; Almici, De Rose, Luperini, Giron; Silipo,
Floriano; Brunori.

La Juve Stabia di Walter Novellino, con il 3-5-2, dovrebbe scendere in campo con Lazzari;
Caldore, Tonucci, Cinaglia; Scaccabarozzi, Altobelli, Berardocco, Schiavi, Rizzo; Panico,
Evacuo.

Prima di chiudere, è doveroso rivolgere un affettuoso e rispettoso pensiero all’ex presidente del Palermo Maurizio Zamparini, che sta vivendo insieme alla sua famiglia un momento di intollerabile dolore.