Mascherina in classe, i chiarimenti della Dirigente Calafiore dell’Istituto di Carini

Mascherina in classe, i chiarimenti della Dirigente Calafiore dell’Istituto di Carini

CARINI – Arriva dalla Dirigente Scolastica Simonetta Calafiore, dell’Istituto Superiore “Ugo Marsala” di Carini (Palermo), una lettera di chiarimenti in cui specifica nel dettaglio i motivi della circolare con la quale impone l’uso della mascherina in classe per il personale e per gli alunni a rischio di sviluppare forme severe del Covid, a causa dei continui aumenti dei casi.

La lettera della Dirigente

In riferimento all’oggetto, considerato che alcuni passaggi della circolare su menzionata potrebbero dare adito a fraintendimenti e strumentalizzazioni da parte di terzi estranei alla comunità scolastica, la scrivente precisa che la obbligatorietà dei dieci giorni di autosorveglianza, che prevede tra l’altro l’uso della mascherina ffp2 da parte di chi è venuto a contatto con uno o più positivi, è una scelta prudenziale dettata dalla preoccupante escalation di casi di covid che nella ultima settimana si sono registrati nella nostra scuola.


Ovviamente nessuna sanzione verrà applicata a chi non rispetterà tale regola. Si rimanda infatti alla singola responsabilità di ognuno nell’applicare quanto raccomandato nelle indicazioni ministeriali ancora vigenti per l’anno in corso.

Tra l’altro le numerose attività in presenza legate all’orientamento e previste nei prossimi giorni fanno temere ulteriori incrementi di casi. In ultima analisi solo un eccesso di prudenza e di tutela della salute della comunità scolastica può essere ascritto alla scrivente, peraltro responsabile della sicurezza e della salute di tutti.

Certa che le SS.LL. avranno interpretato in tal senso quanto descritto nella circolare sopra citata, si coglie l’occasione per ringraziare sia il personale tutto che il corpo docente per la consueta collaborazione.

La Dirigente Scolastica Reggente, Simonetta Calafiore“.