Regione Siciliana, il Covid-19 blocca i lavori per l’approvazione della Finanziaria: seduta sospesa – DETTAGLI

Regione Siciliana, il Covid-19 blocca i lavori per l’approvazione della Finanziaria: seduta sospesa – DETTAGLI

PALERMO – Il Covid-19 arriva all’Assemblea regionale siciliana e blocca i lavori per l’approvazione della Finanziaria.

La brusca interruzione è avvenuta ieri quando, al rientro da una pausa, il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè ha informato l’Aula della necessità di sospendere la seduta a causa dell’accertata positività al Coronavirus di un collaboratore del ragioniere generale della Regione.


Per tale motivo i dipendenti dell’Assemblea regionale che in questi giorni hanno lavorato in commissione Bilancio sono stati posti in quarantena. Il ragioniere generale, Ignazio Tozzo, è intanto in attesa del risultato del tampone al quale si è già sottoposto. L’esito dovrebbe arrivare nella giornata di martedì.

Miccichè ha, dunque, dovuto chiudere immediatamente la seduta, annunciando per la giornata di oggi la sanificazione di Palazzo dei Normanni. Intanto dipendenti e deputati sarebbero stati sottoposti a tamponi rapidi per verificare l’eventuale contagio.

Secondo alcune indiscrezioni, l’Ars potrebbe votare la proroga dell’esercizio provvisorio fino al 30 aprile.

Il presidente dell’Ars ha parlato di “forte rischio che il Covid sia stato trasmesso nel Palazzo“, aggiungendo che quando aveva dichiarato che “i politici devono fare il vaccino, mi hanno preso a pesci in faccia“. Miccichè ha inoltre chiesto “a tutti di essere prudenti“, evitando di incontrare persone una volta usciti dall’aula.

La decisione di sospendere immediatamente i lavori è stata supportata anche dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che ha dato il proprio benestare.

Miccicchè si sarebbe successivamente sfogato, dichiarando che, data la propria età (67 anni, ndr) è a rischio, così come lo è lo stesso Musumeci, più grande di pochi mesi.

Immagine di repertorio