Smart giù da un ponte a Palermo, in bilico tra la vita e la morte il 17enne rimasto ferito

Smart giù da un ponte a Palermo, in bilico tra la vita e la morte il 17enne rimasto ferito

PALERMO – Continua a essere preoccupante il quadro clinico del 17enne rimasto gravemente ferito nell’incidente avvenuto in viale Lazio a Palermo. Il giovane si trovava a bordo di una Smart, guidata a Michelangelo Aruta, il 22enne morto sul colpo.

L’incidente mortale si è verificato alle prime luci dell’alba della Vigilia di Natale. Erano circa le 5 del mattino quando l’auto sarebbe “volata” giù dal ponte di viale Lazio, in viale Regione Siciliana.

Come sta il 17enne

Il minorenne sarebbe rimasto incastrato nell’abitacolo della vettura, fino all’arrivo dei vigili del fuoco che lo hanno estratto dalle lamiere.

Una volta raggiunto dai soccorsi, il 17enne è stato trasportato all’ospedale Villa Sofia: dopo aver fatto “tappa” al trauma center, è stato ricoverato in Rianimazione.



Ha riportato diversi traumi e fratture, che hanno indotto i medici nelle ultime ore a sottoporlo a un intervento chirurgico. Il ragazzo adesso è in coma.

Michelangelo Aruta travolto da un furgone

Si continua a indagare intanto anche sulla morte del conducente di 22 anni. Sembra che Michelangelo Aruta sia stato investito da un furgone mentre si trovava sull’asfalto, dopo essere sbalzato fuori dalla Smart. Colui che si trovava alla guida del mezzo non si sarebbe accorto di nulla: adesso l’uomo è stato identificato dalla polizia municipale.

In base a quanto emerso finora, pare che Aruta non avesse un tasso alcolemico elevato nel sangue: si potrebbe quindi escludere l’incidente dovuto allo stato di ebbrezza.