Incidente sulla Palermo-Agrigento, un ferito e traffico in tilt per ore

Incidente sulla Palermo-Agrigento, un ferito e traffico in tilt per ore

PALERMO – Durante la giornata odierna, intorno alle 12, si è verificato un incidente stradale sulla strada Palermo-Agrigento, precisamente all’altezza di Bolognetta.

Lo scontro ha coinvolto una motocicletta e un’auto. Un uomo di 44 anni, le cui iniziali sono N.P., originario di Bivona ma residente nel Veneto, è rimasto ferito alla gamba sinistra.

Incidente sulla Palermo-Agrigento tra due mezzi, un ferito

Alcuni automobilisti che si trovavano lungo la strada hanno prestato soccorso all’uomo prima dell’arrivo dell’ambulanza del servizio di emergenza 118.

Il conducente dell’auto coinvolta, una Lancia Y, ha 56 anni ed è fuggito dalla scena a causa dell’intensità dello scontro. Tuttavia, poco dopo, un parente è giunto sul luogo del sinistro per prestare assistenza e fornire le informazioni necessarie ai carabinieri intervenuti.

I soccorritori presenti sul posto hanno stabilizzato il ferito di 44 anni trasportandolo con urgenza al Pronto Soccorso dell’ospedale Civico di Palermo.



Traffico in tilt per più di 2 ore

Il personale dell’ente ANAS ha gestito la viabilità e ha lavorato per ripristinare la circolazione normale che era stata interrotta a causa dell’incidente. Una parte della Strada Statale 121, nota come “Catanese”, vicino al chilometro 239, chiusa per consentire i rilievi, è stata riaperta verso le 14,30.

Le parole di Manuela Zuccarello, soccorritrice sul posto

Tra i soccorritori c’era Manuela Zuccarello, presidente della delegazione di Villabate dell’associazione nazionale dei vigili del fuoco in congedo: “Ho visto tanta solidarietà nel prestare soccorso a quel giovane a terra, proprio lì dove qualche anno fa un mio familiare ebbe un grave incidente. Ho constatato che il giovane fosse lucido e lo era”.

“Gli ho chiesto le generalità mentre insieme ad altri automobilisti provvedevamo a stringere con un pezzo di stoffa la profonda ferita alla gamba sinistra. Gridava per il dolore, gli siamo stati vicini e lo abbiamo riparato dal sole fino all’arrivo dei carabinieri e dei soccorsi”, prosegue.

“Fortunatamente – tranquillizza il presidente della delegazione – il motociclista non sembrava essere in pericolo di vita. Andrò a trovarlo in ospedale“.

Foto di repertorio