Giardini Orléans, nei mesi estivi oltre 26mila visitatori

Giardini Orléans, nei mesi estivi oltre 26mila visitatori

SICILIA – Sono oltre 26mila i visitatori che hanno percorso i viali dei Giardini del Palazzo Orléans da giugno ad agosto. Un’estate ricca di visite, prevalentemente caratterizzate da famiglie con bambini, ma anche turisti italiani e stranieri di tutte le età. Dalla rilevazione degli ingressi emerge che 26.207 persone hanno varcato i cancelli con una media di 332 al giorno, incuriosite dai circa tre ettari e mezzo di giardini, che sono parte del parco ottocentesco, con un vasto patrimonio faunistico e vegetale, tra cui diversi ficus macrophylla, e diverse specie faunistiche, con 350 esemplari di 70 specie animali diverse, oltre a pesci e tartarughe.

Nel dettaglio, sono stati 8.498 i visitatori a giugno, 7.512 a luglio, mentre ad agosto sono stati 10.197 i visitatori, con punte di oltre 700 in un solo giorno, per un totale complessivo nei tre mesi estivi di 26.207 presenze.


Dalla riapertura del parco, avvenuta il 5 agosto del 2021, il numero dei visitatori ha superato abbondantemente la soglia dei 100mila. Fra gli ospiti d’eccezione in visita ai Giardini anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, giunto durante le scorse feste natalizie per visitare il Presepe allestito per l’occasione all’interno del parco.

Ad oggi è in corso un fotocontest per tutti gli appassionati di fotografia: per partecipare basta recarsi al parco e fare degli scatti, inviare le foto allo staff dei Giardini che si occuperà di selezionare lo scatto più bello. Ogni settimana verrà scelta una foto che diventerà copertina della pagina ufficiale Facebook igiardinidelpalazzorleans, accompagnata dal nome dell’autore.

Dall’aprile di quest’anno sono stati introdotti i nuovi orari dei Giardini con ingresso consentito dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 (lunedì giorno di chiusura per manutenzione) e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 17.30.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito e la pagina Facebook del parco.