Truffa online, conto corrente di un palermitano “prosciugato”: PostePay condannata al risarcimento

Truffa online, conto corrente di un palermitano “prosciugato”: PostePay condannata al risarcimento

PALERMO – Svuotato il conto corrente di un palermitano in due giorni con una truffa online.

È quanto accaduto nel maggio 2021 a un giovane lavoratore, titolare di una carta “PostePay Evolution“, che si è accorto improvvisamente di non avere più disponibilità sul proprio conto.


Secondo la lista dei movimenti, il suo saldo era di poco più di un euro. Erano state effettuate transazioni per 4mila euro in favore di soggetti sconosciuti. Operazioni mai effettuate da lui.

L’uomo così avrebbe bloccato la carta e denunciato l’accaduto ai carabinieri, chiedendo immediatamente il rimborso della somma.

Ma il giorno dopo l’accaduto, PostePay aveva risposto che “da riscontri sulle evidenze elettroniche in nostro possesso e a valle degli approfondimenti effettuati, è emersa la legittimità delle stesse transazioni. Siamo pertanto spiacenti di doverle comunicare che non è possibile accogliere la Sua richiesta di rimborso“.

La vittima della truffa si è rivolta al giudice che ha condannato PostePay a rimborsare l’intera somma derubata.