Shock a Bagheria, accusato di corruzione funzionario di polizia si lancia dal sesto piano per non farsi arrestare

Shock a Bagheria, accusato di corruzione funzionario di polizia si lancia dal sesto piano per non farsi arrestare

PALERMO – Si è tolto la vita lanciandosi dal sesto piano di un palazzo di Bagheria: vittima un funzionario della polizia provinciale di Palermo.

L’uomo era accusato di corruzione, i finanzieri si erano recati a casa dell’indagato per notificargli una ordinanza di custodia cautelare in carcere ma durante le operazioni di notifica ha chiesto a uno degli operanti di andare in bagno.


In pochi secondi la tragedia: il funzionario ha aperto la finestra e si è lanciato nel vuoto.

Nel tentativo di salvarlo, uno dei finanzieri intervenuti, si è anche ferito a una mano ed è stato successivamente trasportato al Pronto Soccorso.

Dalle prime informazioni trapelate, sembrerebbe che la vittima fosse coinvolta in una indagine per corruzione, nella quale vi sarebbero coinvolte altre nove persone. L’accusa è che gli imprenditori, in cambio di regali o soldi, avrebbero ottenuto rinnovi di autorizzazioni ambientali o soffiate sui controlli e ispezioni in programma.

Numeri utili

Come sempre, vi ricordiamo che sono attivi alcuni numeri verdi a cui chiunque può rivolgersi per ricevere supporto e aiuto psicologico:

  • Telefono Amico 199.284.284;
  • Telefono Azzurro 1.96.96;
  • Progetto InOltre 800.334.343;
  • De Leo Fund 800 168 678.

Foto di repertorio