Rame rubato in Sicilia, la polizia ne recupera 100 chili: il bilancio dei controlli

Rame rubato in Sicilia, la polizia ne recupera 100 chili: il bilancio dei controlli

PALERMO – Sono stati recuperati 100 chili di rame, controllate 100 persone, ispezionate 30 località sensibili, impegnati 36 agenti: è il bilancio della seconda giornata dell’anno denominata operazione “Oro Rosso” dedicata, a livello nazionale, al contrasto del fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario.

La Polizia ferroviaria della Sicilia ha svolto i controlli su strada, lungo linea e in 11 centri di raccolta e trattamento di rifiuti speciali e metallici dislocati in tutta la regione, verificando il possesso delle autorizzazioni all’esercizio dell’attività ed al trattamento dei materiali nonché il rispetto delle normative ambientali.


Lo scopo è contrastare la filiera di illegalità legata all’“oro rosso”, partendo dai furti fino al commercio illecito del metallo, reati che causano considerevoli danni economici alle imprese vittime dei furti nonché disagi alla cittadinanza nella fruizione dei servizi pubblici e di pubblica utilità.

A Palermo gli agenti, nel corso dell’operazione, hanno effettuato un controllo nel cantiere della fermata della metropolitana “Belgio”, già in passato oggetto di diversi furti, rinvenendo all’interno di una galleria, spezzoni rigidi di cavo di rame per un peso di circa 100 Kg. Il rame era stato trafugato dal cantiere ed occultato per essere successivamente portato via dai predatori nel momento più propizio.

Il metallo recuperato è stato contestualmente restituito alla ditta proprietaria mentre sono in corso indagini per identificare gli autori del furto.