Omicidio Emanuele Burgio, rinviati a giudizio i tre imputati: rischiano l’ergastolo

Omicidio Emanuele Burgio, rinviati a giudizio i tre imputati: rischiano l’ergastolo

PALERMO – Sono stati rinviati a giudizio i tre imputati per l’omicidio di Emanuele Burgio, il giovane ucciso a maggio 2021 a colpi di pistola nel quartiere Vucciria di Palermo.

I tre soggetti – a cui è stata rifiutata la richiesta di rito abbreviato – sono Matteo, Giovan Battista e Domenico Romano.


Ad aprire il fuoco contro la vittima sarebbe stato Matteo Romano, dopo che il nipote Giovan Battista gli avrebbe passato l’arma e che il padre di quest’ultimo avrebbe inseguito Emanuele Burgio.

Il processo per i tre imputati avrà inizio il prossimo 13 luglio davanti alla Corte di Assise di Palermo, con il rischio per i presunti assassini di essere condannati all’ergastolo.

Foto di repertorio