Così Myriam si è spenta a 17 anni per un male incurabile

Così Myriam si è spenta a 17 anni per un male incurabile

CACCAMO – Se n’è andata a soli 17 anni, insieme ai sogni che conservava in un cassetto e alla speranza di poter vivere, prima o poi, con la spensieratezza tipica della sua età. Si è spenta la giovane Myriam Baratta, colpita da una malattia che alla fine non le ha lasciato scampo.

Non sono state sufficienti le preghiere di chi insieme a lei ha lottato fino all’ultimo giorno, nella speranza di poterla vedere sorridere ancora una volta.

Poi all’improvviso la tragedia: un peggioramento delle sue condizioni di salute ha spento qualsiasi speranza di ripresa.



Proclamato il lutto cittadino

Il sindaco di Caccamo, Franco Fiore, ha proclamato il lutto cittadino per domani, in concomitanza con la celebrazione dei funerali che si terranno alle 15 nella chiesa della Santissima Annunziata.

L’intera cittadinanza – ha scritto il primo cittadino in un’ordinanza – è scossa dalla scomparsa della giovane Myriam. Interpretando il sentimento di dolore collettivo e in segno di rispetto e partecipazione, saranno sospese tutte le manifestazioni pubbliche e saranno esposte le bandiere a mezz’asta in tutti gli edifici pubblici“.

L’addio sui social

Un dolore incolmabile per familiari e amici che hanno voluto dirle addio sui social, prima di rivolgerle domani un ultimo saluto in chiesa.

Hai combattuto con tutta te stessa – scrive sui social l’amica Marzia – e avevamo creduto di poterti riabbracciare, di potere fare ancora tante cose insieme. Che vita ingiusta, che realtà inaccettabile. Non esistono parole per spiegare a te e ai tuoi genitori quello che ognuno di noi qui a Caccamo sta provando“.