Addio alla fotoreporter palermitana Letizia Battaglia: raccontò nei suoi scatti la guerra di mafia

Addio alla fotoreporter palermitana Letizia Battaglia: raccontò nei suoi scatti la guerra di mafia

PALERMO – Grave lutto a Palermo, dove si è spenta la fotoreporter Letizia Battaglia all’età di 87 anni. Per anni ha lavorato per il quotidianoL’Ora” raccontando, con i suoi scatti, la guerra di mafia.

È stata anche assessore comunale in una delle Giunte di Leoluca Orlando, ha ricevuto tantissimi premi come l’Eugene Smith e l’Eric Salomon Award e ha collaborato con le più importanti agenzie giornalistiche mondiali.


Palermo perde una donna straordinaria, punto di riferimento. Letizia Battaglia era un simbolo internazionalmente riconosciuto nel mondo dell’arte, una bandiera nel cammino di liberazione della città dal governo della mafia“, sostiene il primo cittadino del capoluogo di Regione.

In questo momento di profondo dolore e sconforto esprimo tutta la mia vicinanza alla sua famiglia“, aggiunge.

La figlia Patrizia Stagnitta commenta così la dolorosa perdita: “È stata lucida e attiva fino alla fine. Mia madre non si fermava mai. Malgrado le sofferenze della malattia e le difficoltà di movimento continuava ad avere tanti contatti, a partecipare a incontri anche all’estero e ad affrontare perfino lunghi viaggi“.

Proprio la settimana scorsa era andata a Orvieto per partecipare a un workshop. La grande voglia di vivere non le era mai passata“, prosegue.

Negli ultimi tempi, Letizia Battaglia era costretta a usare la sedia a rotelle ma “questo non le impediva di prendere un aereo e rispondere alle tante chiamate e ai tanti inviti che continuava a ricevere“.

Fino ieri mattina, era lucida e presente, poi ci sarebbe stato un peggioramento delle condizioni di salute fino al decesso avvenuto in serata: “È accaduto tutto all’improvviso tanto che non ci ha dato il tempo di capire che se ne stava andando“.

In queste ore si stanno moltiplicando piogge di messaggi di cordoglio sui social. “Con Letizia Battaglia se ne va una poetessa. L’unica capace di raccontare, senza dover cercare inutili rime, una Palermo di speranza e disperata“, dichiara Claudio Fava.

Una donna e una fotografa eccezionale, testimone della Palermo buia e tetra segnata da stragi e omicidi e anche della Sicilia che faticosamente sta cercando di rialzarsi, affrancandosi dalla mafia: tutto questo era Letizia Battaglia, professionista e artista del vero, che il mondo ci invidiava“. Così il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, commentando la morte della famosa fotografa palermitana.

Ai familiari esprimo il cordoglio mio e del Parlamento siciliano“, ha concluso Miccichè.

Fonte foto: Ansa.it