Epifania, come si celebra la festa nel resto del mondo: dall’Italia all’Ungheria ecco le diverse tradizioni

Epifania, come si celebra la festa nel resto del mondo: dall’Italia all’Ungheria ecco le diverse tradizioni

EPIFANIA – La festività della Befana o dell’Epifania viene festeggiata oltre che in Italia, anche in Spagna, in Francia, in Germania, in Russia, in Islanda, in Ungheria etc., e da paese in paese essa assume connotazioni differenti.

In Italia i bambini sono soliti mettere delle calze vuote fuori dalla porta della propria camera o vicino alle finestre in attesa che la Befana arrivi e le riempia di dolciumi e frutta.


In Spagna si aspetta l’arrivo dei Re Magi con i doni, infatti la sera prima del 6 gennaio è tradizione mettere fuori dalla porta un bicchiere d’acqua per i cammelli assetati e anche qualcosa da mangiare.

In Francia nei giorni antecedenti e seguenti la domenica stabilita, si cucina un dolce all’interno del quale inseriscono una fava e chi la troverà nella sua porzione avrà fortuna tutto l’anno e verrà eletto re o regina della casa per quel giorno.

In Germania le persone si recano in chiesa per la messa, inoltre i preti vanno di casa in casa per chiedere delle donazioni destinati ai bisognosi.

In Russia i bambini attendono di ricevere i loro regali, portati da Babbo Natale, chiamato Padre Gelo, accompagnato da Babuschka, una simpatica vecchietta.

In Islanda il 6 gennaio è il tredicesimo giorno perché da Natale a questa data passano esattamente 13 giorni, la festa della Befana si celebra con una fiaccolata, a cui partecipano oltre al tredicesimo Babbo Natale anche il Re e la Regina degli elfi.

In Ungheria i bambini si travestono da Re Magi e vanno di casa in casa portandosi dietro un presepe, ricevendo in cambio qualche moneta.

Foto di repertorio