Hong Kong allo stremo, quinta ondava Covid. Contagiati curati in strada, tutto chiuso fino ad aprile

Hong Kong allo stremo, quinta ondava Covid. Contagiati curati in strada, tutto chiuso fino ad aprile

Quinta ondata Covid a Hong Kong. La Variante Omicron è la peggiore che il paese si ritrova ad affrontare dall’inizio della pandemia. In questi giorni la media è di 5mila contagi in 24 ore, numero elevato di vittime, tra cui una bimba di appena 11 mesi.

L’Europa inizia il ritorno alla normalità, ma la pandemia sembra proprio non essere finita.


7,5 milioni i residenti a Hong Kong che, a partire dai prossimi giorni – secondo quanto stabilito dalla governatrice Carrie Lam – dovranno sottoporsi a tre cicli di tamponi obbligatori. Si stimano un milione di test al giorno.

Il sistema sanitario infatti è in forte crisi: contagiati costretti ad aspettare nei parcheggi degli ospedali, fuori dal Pronto Soccorso, con letti “di fortuna”, come mostrano le immagini che in questi giorni fanno il giro del web.

Scuole, attività commerciali come palestre, bar, saloni di bellezza, chiusi fino a tutto il mese di aprile. Vietati fino al 20 aprile anche i voli provenienti da nove nazioni, tra cui Gran Bretagna e Stati Uniti.

Fonte foto Npr.org