Ruba vestiti al centro commerciale, 24enne ai domiciliari

Ruba vestiti al centro commerciale, 24enne ai domiciliari

VILLAFRANCA TIRRENA – Nella mattinata del sabato appena trascorso, i carabinieri della Stazione di Villafranca Tirrena hanno effettuato un’operazione di controllo del territorio per prevenire i reati predatori nella zona del centro commercialeLa Briosa“.

Durante il servizio, i militari hanno notato una giovane donna uscire furtivamente da un negozio e tentare di fuggire quando ha visto la loro presenza.

Dopo un breve inseguimento, i carabinieri sono riusciti a bloccare la donna, che era in possesso di alcuni capi d’abbigliamento rubati poco prima nel centro commerciale.

Successivamente, la responsabile del fatto è stata portata in caserma per gli accertamenti e successivamente arrestata con l’accusa di furto aggravato.



La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario e la 24enne è stata ristretta agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida su disposizione dell’Autorità giudiziaria, dopo le formalità di rito.

Ladro beccato dalle telecamere mentre ruba in un negozio

La Procura della Repubblica del Tribunale di Caltagirone ha richiesto e ottenuto il provvedimento cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un 34enne di Caltagirone, in seguito alle indagini sulla commissione di un furto ai danni di un’attività commerciale. Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri della Stazione di Caltagirone.

L’episodio delittuoso si è verificato lo scorso luglio, quando la titolare del negozio e un dipendente hanno scoperto la mancanza di cinque casse acustiche Bluetooth del valore di circa 150 euro. All’interno del negozio, ubicato in via Pirandello, sono state trovate solo le scatole vuote delle casse, e quel giorno non risultava alcuna registrazione di vendita.

Secondo la titolare del negozio, il 34enne era un cliente abituale. Avrebbe approfittato della distrazione degli addetti alle vendite e della vastità del negozio, posizionandosi di fronte agli scaffali estraendo con gesti rapidi le casse Bluetooth dalle loro scatole, lasciando queste ultime sugli scaffali per evitare di destare sospetti. Dopo aver occultato la refurtiva sotto la camicia, è uscito dal negozio indisturbato.