Omicidio Concetta Gioè, 12 coltellate e il colpo fatale alla giugulare: così Pietro Miduri l’avrebbe uccisa

Omicidio Concetta Gioè, 12 coltellate e il colpo fatale alla giugulare: così Pietro Miduri l’avrebbe uccisa

MESSINA – È Pietro Miduri, 70 anni, senzatetto e pregiudicato, l’uomo sospettato per la morte della clochard Concetta Gioè, 68 anni. Mentre proseguono le indagini sul caso, che ha sconvolto la città di Messina e la Sicilia intera, emergono nuovi dettagli sul brutale omicidio.

A incastrare il 70enne per l’assassinio, avvenuto nei pressi della chiesa di Santa Caterina, sarebbero state le immagini dei sistemi di videosorveglianza in zona. Secondo una prima ricostruzione, la donna sarebbe stata uccisa al culmine di una lite. Dopo ben 12 coltellate, il killer le avrebbe reciso la giugulare.


Originario di Furci Siculo (Messina), il 70enne fermato nella notte avrebbe già con un precedente per omicidio (risalente al 1974). In seguito all’interrogatorio, durato circa 2 ore, Miduri è stato trasferito al carcere di Trapani. Sembra che non abbia ammesso il delitto.

Nel frattempo, è stata disposta l’autopsia sul corpo della vittima. In seguito, la salma sarà restituita alla famiglia della donna (originaria di Palermo, sposata e madre di 3 figli) per i funerali.

Immagine di repertorio