Ex cava pomice di Lipari, via libera della Regione per l’acquisto: copertura finanziaria di 4,5 milioni di euro

Ex cava pomice di Lipari, via libera della Regione per l’acquisto: copertura finanziaria di 4,5 milioni di euro

LIPARI – Via libera del governo Musumeci alla proposta d’acquisto dell’ex cava di Pomice, il complesso immobiliare dell’ex sito di Lipari, la più grande delle Isole Eolie. A deliberarlo è la Giunta regionale, su proposta dello stesso presidente della Regione.

Dopo avervi posto il vincolo e avviato un confronto con il commissario liquidatore, si rende sempre più concreta l’azione di recupero e riqualificazione del sito minerario al fine di restituire l’area alla fruizione della comunità isolana e dei turisti.


Trovata, infatti, la copertura finanziaria necessaria, pari a 4,5 milioni di euro, come stimato dai dipartimenti regionali dell’Energia, Tecnico e dei Beni culturali, che consentirà di avviare il piano di sviluppo per il recupero ambientale delle aree e la valorizzazione dell’ex complesso produttivo, prevedendo anche la realizzazione del Museo della pomice e del Parco geominerario.

Il governo regionale – afferma Musumeci – conferma il proprio impegno perché l’antico patrimonio storico dell’estrazione della pomice e dell’ossidiana sull’isola, di rilevante valore, non si disperda, ma anzi venga adeguatamente tutelato e valorizzato“.

Il prossimo passo sarà l’atto notarile e poi via all’affidamento dei progetti: quello contro il dissesto dell’area e quello dello spazio museale“, aggiunge. “Si tratta di una delle più importanti operazioni di recupero ambientale e di archeologia industriale“, conclude.

Fonte Foto: Ansa.it