Risparmiare carburante con Google Maps, tutto quello che c’è da sapere sul nuovo aggiornamento

Risparmiare carburante con Google Maps, tutto quello che c’è da sapere sul nuovo aggiornamento

ITALIA – Novità per Google Maps che è stato aggiornato, finalmente anche in Italia, all’insegna della sostenibilità: un cambiamento importante che consente di usufruire di una funzionalità del tutto inedita per gli utenti italiani.

Se in precedenza l’applicazione si limitava a indicare esclusivamente il percorso più veloce, da qualche giorno è stata messa a disposizione anche una nuova opzione.


Che cosa cambia rispetto a prima?

Con il nuovo aggiornamento, Google offre la possibilità di scegliere – oltre a quello più veloce – anche il percorso più sostenibile, cioè il più conveniente per ridurre il consumo del carburante.

Un’importante svolta nel mondo dei trasporti, pensata nell’intento di diminuire le emissioni di anidride carbonica, che rappresentano inevitabilmente una concreta minaccia per l’Europa e non solo.

Con pochi tocchi, potete vedere il relativo risparmio di carburante e la differenza di tempo tra i due percorsi e scegliere quello più adatto a voi“: ha affermato così Rubén Lozano-Aguilera, Senior Product Manager di Google Maps.

È possibile scegliere comunque il percorso più veloce?

Per coloro che intendono comunque rimanere fedeli alla scelta del percorso più rapido la soluzione è a portata di mano: a spiegare come muoversi in questo caso è stato lo stesso Rubén Lozano-Aguilera: “Volete scegliere sempre e comunque il percorso più veloce, a prescindere da tutto? Nessun problema: basta regolare le preferenze in Impostazioni“.

Quanto influisce il tipo di motore?

Il percorso a basso consumo di carburante varia in base al tipo di motore del veicolo. È per questo che Google ha reso disponibile un’opzione che consente ai guidatori di selezionare se il proprio mezzo di trasporto è un veicolo a benzina, diesel, ibrido o elettrico.

In base a ciò che il conducente seleziona, l’applicazione mostra la strada più sostenibile, fornendo all’utente le stime di carburante che risparmierebbe scegliendo il percorso consigliato.

Una scelta che può fare la differenza: l’impatto nel mondo

Google aveva già fornito questa nuova opzione negli Stati Uniti, in Canada e in Germania. In base a quanto riportato, sembra che offrire agli utenti la possibilità di scegliere un percorso più sostenibile abbia già dato i suoi frutti: sarebbero stati risparmiati più di mezzo milione di tonnellate metriche di emissioni di anidride carbonica, che equivale a rimuovere dalla strada 100mila automobili.

Un aggiornamento che certamente non cambierà le sorti della Terra, ma che potrebbe comunque fare la differenza se consideriamo che, secondo un report di Statista del 2022, il trasporto su strada è la principale fonte di emissioni di anidride carbonica in Europa.

Fonte foto Pixabay