Molestie a giornalista, Greta Beccaglia palpeggiata in tv. Diritti delle donne ancora violati

Molestie a giornalista, Greta Beccaglia palpeggiata in tv. Diritti delle donne ancora violati

ITALIA – Hanno suscitato pesanti polemiche – e non sarebbe potuto essere altrimenti – le immagini trasmesse ieri sera in diretta sull’emittente Toscana TV che hanno documentato la molestia sessuale subita dalla giornalista locale Greta Beccaglia.

La reporter, presente all’esterno dello stadio Castellani di Empoli per il post-gara tra i padroni di casa azzurri e la Fiorentina, è stata palpeggiata senza ritegno da un “tifoso” che aveva appena abbandonato l’impianto sportivo.


Dai colleghi presenti in studio la giornalista si è sentita rivolgere un semplice “si cresce anche attraverso questa esperienza“, risposta ritenuta da molti inadeguata e volta a minimizzare quanto accaduto.

Diritti delle donne violati

Un gesto gravissimo che è rimbalzato nel giro di poche ore sui social network e che arriva a poche ore di distanza dalle manifestazioni che si sono svolte in Italia e in altri Paesi in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Sempre in questo weekend, la Serie A aderisce alla campagna “Un rosso alla violenza” proprio a sostegno dei diritti del genere femminile. Buoni propositi disattesi dall’inopportuno molestatore.

La stessa giornalista toscana ha ricostruito l’episodio attraverso alcune stories pubblicate sul proprio profilo Instagram, esprimendo tutta la propria amarezza.

“Bisogna denunciare”

Purtroppo quando sono uscita hanno iniziato a urlarmi cose ‘non carine’ mentre io ero al lavoro, mentre io ero in diretta. Uno si è anche permesso di tirarmi uno schiaffo sul culo“, dichiara Greta Beccaglia sul profilo social.

Ecco, questa è una cosa inaccettabile, soprattutto nel 2021, quando una ragazza come me si fa un mazzo così per diventare una giornalista e arrivare al suo obiettivo e al suo sogno“.

Ho provato ad andare avanti, a sorridere“, ma comportamenti del genere “vanno denunciati e bisogna parlarne” perché “nessuno può permettersi di alzare le mani“. ha sottolineato la giovane.

Le indagini

La cronista ha poi pubblicato i frame del video nel quale si vedono gli attimi che ritraggono la violenza ai suoi danni, chiedendo ai followers di aiutarla a rintracciare il responsabile.

Se riconoscete l’uomo potete scrivermi in privato. Grazie“, ha aggiunto la giornalista. Sarebbero attualmente in corso le indagini da parte della polizia per riuscire a identificare il molestatore.

Fonte foto – Twitter