I 18enni potranno votare il Senato, promulgata legge di riforma costituzionale

I 18enni potranno votare il Senato, promulgata legge di riforma costituzionale

ITALIA – Promulgata – da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella – la legge di riforma costituzionale che prevede il voto per coloro che hanno compiuto 18 anni per il Senato.

Sul sito del Quirinale, infatti, si legge che si tratta di una “modifica all’art. 58 della Costituzione, in materia di elettorato per l’elezione del Senato della Repubblica“.


L’articolo in questione recitava: “I senatori sono eletti a suffragio universale e diretto dagli elettori che hanno superato il venticinquesimo anno di età. Sono eleggibili a senatori gli elettori che hanno compiuto il quarantesimo anno“. Adesso la soglia scende a 18 anni.

Lo scorso luglio era stata approvata la riforma che dà il diritto di voto ai 18enni per eleggere il Senato. Le novità riguardano quasi 4 milioni i giovani, tra i 18 e i 24 anni.

La modifica entrerà in vigore dalle prossime elezioni politiche e, quindi, Camera dei Deputati e Senato avranno la stessa base elettorale.

Immagine di repertorio