Stanotte torna l’ora legale: si spostano le lancette ed è “boom” di vignette divertenti sui social

Stanotte torna l’ora legale: si spostano le lancette ed è “boom” di vignette divertenti sui social

È arrivato il momento: stanotte torna l’ora legale. Nella notte tra oggi, sabato 27 marzo, e domani, domenica 28 marzo, le lancette dovranno spostarsi in avanti.

Anche se non si tratta di una novità, l’ora legale del 2021 potrebbe essere l’ultima per alcuni Paesi europei. All’origine del dibattito che coinvolge molti territori, Italia compresa, stanno una serie di vantaggi e svantaggi associati al dualismo tra ora solare (periodo autunnale-invernale) e ora legale (periodo primaverile-estivo).


Ora legale: cos’è, quando scatta e cosa comporta

Con l’espressione ora legale si fa riferimento alla convenzione di spostare le lancette dell’orologio avanti di un’ora con l’obiettivo di sfruttare al meglio la luce diurna nel periodo estivo (non a caso, infatti, in inglese viene denominata Daylight Saving Time).

Normalmente, le lancette si spostano in avanti di un’ora nell’ultimo weekend di marzo. Alle ore 2 di notte avviene il “salto” e si arriva direttamente alle ore 3.

Da quando esiste in Italia?

Nel nostro Paese l’ora legale esiste dai tempi della Grande Guerra, e più esattamente dal 1916. Dopo essere stata abolita e ristabilita diverse volte tra gli anni Venti e gli anni Sessanta, essa è stata ripristinata definitivamente nel 1966.

Da allora, l’ora legale è rimasta sempre in vigore ma ha subìto varie modifiche. Oggi entra in vigore nella notte tra il sabato e la domenica successiva all’equinozio di primavera.

La lista di coloro che la applicano è molto lunga (maggiori informazioni si possono leggere qui) e, nonostante le notizie in merito non siano certe, sembra che l’Italia sia intenzionata a mantenerla nonostante il parere contrario di diversi Paesi in Europa (principalmente della parte settentrionale del continente).

Ora legale, si dorme di più o di meno?

Brutta notizia per i dormiglioni: con l’ora legale si dorme di meno. È il momento in cui tutti si svegliano dal “letargo”, il che vuol dire che chiunque stanotte avrà meno tempo per riposare. Una situazione che porta pochi svantaggi agli studenti e a chi si sveglia tardi ogni domenica, ma che sicuramente ruba un po’ di energie ai lavoratori (anche in casa) e ai mattinieri.

Vantaggi e svantaggi dell’ora legale

Vantaggi e svantaggi del cambio dell’ora sono discussi in molti Paesi del mondo, in particolare all’interno del continente europeo.

Se per l’Europa del Sud (Italia e Francia, per esempio), il passaggio all’ora legale comporta un notevole risparmio energetico ed economico. Terna ha confermato in un comunicato che lo scorso anno “nel corso dei 7 mesi di ora legale, l’Italia ha risparmiato un totale di 400 milioni di kilowatt di elettricità, equivalente al consumo annuale medio di circa 150mila famiglie, con un beneficio economico di 66 milioni di euro”).

Gli svantaggi, nel caso italiano, sono principalmente legati alla perdita di sonno e alle conseguenze biologiche (possibili problemi di insonnia, deconcentrazione, stress e simili).

Le vignette divertenti sul cambio orario

Quando arriva l’ora legale, seguono immediatamente le vignette e le frasi divertenti sui social. Un vero e proprio “boom” che va avanti già da diversi giorni. La frase più comune? “Torna l’unica cosa legale di questo Paese”.

Molti ironizzano su quest’aspetto ogni volta che cambia, ma c’è anche un altro elemento che viene preso particolarmente in considerazione: la perdita di sonno. “Togliere un’ora di sonno è tutt’altro che legale”, si legge in alcuni meme.

Altro elemento divertente è quello che riguarda la noiosa attività dello spostare manualmente le lancette dell’orologio: in tanti forse, con pc e cellulari di ultima generazione, ci pensano poco, ma in realtà cambiare l’ora per tutti gli orologi da muro e da polso a volte non è proprio immediato. Lo stesso vale per quelli delle auto, che spesso sono rimasti immutati per anni, costringendo gli automobilisti a ricordare il dettaglio dell’ora sbagliata ogni giorno.

In queste ore le vignette e le immagini sui social si moltiplicano, ogni anno con maggiore creatività rispetto al precedente. Quest’anno, probabilmente, stare a casa ispirerà le produzioni creative di nuovi potenziali “artisti” del web.

Foto di Gabe Raggio da Pixabay