Variante Omicron, tra i sintomi ci sono anche le eruzioni cutanee: le zone interessate

Variante Omicron, tra i sintomi ci sono anche le eruzioni cutanee: le zone interessate

ITALIA – La variante Omicron è ancora predominante in Italia, anche nella versione 2.0., e ci sarebbero tra i sintomi, oltre a quelli simil influenzali, anche le eruzioni cutanee.

Si segnalano strani rash cutanei soprattutto su mani, piedi e gomiti: una specie di irritazione circoscritta a piccole aree, che provoca prurito e si mostra abbastanza irregolare.


Ma non è tutto: alcuni pazienti hanno evidenziato eruzioni cutanee simili all’orticaria, con la comparsa di bolle che causano prurito. La colorazione varia dal rosa pallido al rosso intenso.

Alcuni studi dimostrano che la variante Omicron, rispetto alle altre, vive più a lungo sulla pelle. Nello specifico, il virus può rimanere attivo fino a 21 ore sulla pelle e per ben 8 giorni sulla plastica.

Fonte foto: ELG21 da Pixabay