Vaccini, boom di prenotazioni dopo le parole di Draghi. Figliuolo: “Richieste aumentate del 200%”

Vaccini, boom di prenotazioni dopo le parole di Draghi. Figliuolo: “Richieste aumentate del 200%”

ITALIA – Mario Draghi come Emmanuel Macron, l’Italia come la Francia.

Hanno avuto un effetto positivo le parole pronunciate dal presidente del Consiglio in occasione della conferenza stampa di Palazzo Chigi nel corso della quale è stato annunciato il Decreto Covid, comprensivo dell’obbligatorietà del Green Pass per l’accesso ad alcune attività nel nostro Paese.


Una tendenza che ricalca, per certi versi, quella che si è registrata in occasione dell’annuncio della scorsa settimana dal presidente della Repubblica francese relativo le stesse misure.

Nel Paese transalpino, nel giro di pochi giorni, erano state annotate ben 3 milioni di prenotazioni per il vaccino anti-Coronavirus.

Oggi abbiamo registrato un incremento delle prenotazioni che va da un +15% a +200% a seconda delle regioni. In Friuli Venezia Giulia abbiamo registrato un +6mila %“, ha dichiarato il Commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo al TG5. “La macchina viaggia al 100%“, ha assicurato ancora una volta il Commissario.

Insomma, le parole di Draghi sembrano aver fatto breccia tra gli italiani che hanno deciso di precipitarsi nella “corsa” al vaccino. In base all’ultimo report del Governo sulle somministrazioni aggiornato al 23 luglio, si contano 64.321.943 dosi somministrate e 29.345.268 coperte (vale a dire il 54,33% della popolazione over 12).

Immagine di repertorio