Green Pass e viaggi, obbligo per tutti i mezzi di trasporto: le novità dal primo settembre

Green Pass e viaggi, obbligo per tutti i mezzi di trasporto: le novità dal primo settembre

ITALIA – Novità per quanto riguarda i viaggi. Dal primo settembre, infatti, vigerà l’obbligo di Green Pass per tutti gli spostamenti a lunga percorrenza su qualsiasi mezzo di trasporto.

Il certificato verde dovrà essere mostrato prima di salire su aerei, navi, traghetti, treni ad alta velocità e intercity. Ma non è tutto: l’obbligo si estende anche ad autobus di linea che collegano regioni diverse o quelli a noleggio con conducente.


Aerei

Nello specifico, negli aerei il Green Pass sarà necessario per tutti i voli, anche nazionali. Basta, però, per questi ultimi anche quello rilasciato 14 giorni dopo la prima dose. Per i voli internazionali, invece, si dovranno attendere due settimane dalla seconda dose.

In entrambi i casi, in alternativa, si può effettuare un tampone nelle 48 ore precedenti, che deve avere esito negativo, o si deve provare l’avvenuta guarigione. Nessun limite alla capienza (100%), mentre sulle navette è dell’80%.

  • Obbligatoria la mascherina.

Treni

Il Green pass è richiesto per Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità. Novità anche per quanto riguarda la capienza nei treni: dal 50 all’80%, sia in zona bianca che gialla. Ricordiamo che, proprio da oggi, la Sicilia è in zona gialla dato l’aumento dei contagi e i ricoveri. Esclusi i treni Italo, dove sarà del 100%.

  • Obbligatoria la mascherina, si può togliere per mangiare e bere sui treni veloci.

Esclusioni

Esclusi dall’obbligo di certificazione verde i collegamenti con le Isole minori e per lo Stretto di Messina, bus e metropolitane del trasporto pubblico locale e per bus e treni regionali.

Pullman

Si richiede il Green Pass solo nelle tratte interregionali oppure quando si viaggia su mezzi a noleggio con conducente, fatta eccezione nei casi in cui questa tipologia di trasporto è aggiuntiva rispetto al pubblico. Capienza fissata all’80%.

  • Obbligatoria la mascherina.

Autobus

Nessun obbligo per gli autobus cittadini, capienza dell’80% in zona bianca (forse 50% in zona gialla). Sul punto ancora si dovrà decidere.

  • Obbligatoria la mascherina.

Taxi

Escluso dall’obbligo di Green Pass ma non vi potrà essere alcun passeggero accanto all’autista. Per le auto che prevedono 5 posti, i passeggeri possono essere 2 (3 se si tratta di una famiglia).

  • Obbligatoria la mascherina.

Navi e traghetti

Vige l’obbligo di Green pass, tranne nel caso di collegamento regionale.

Controlli e sanzioni

I controlli saranno effettuati dai gestori dei servizi e i trasgressori – trovati privi di Green Pass – dovranno pagare una sanzione da 400 a mille euro.

Esenzioni

Chi non si può vaccinare (per problemi di salute o altro), potrà viaggiare senza Green Pass a condizione che esibisca la certificazione medica che attesta i motivi del mancato vaccino. Poi i medici rilasceranno il certificato.

Inoltre, i bambini di età inferiore a 6 anni e i disabili non hanno l’obbligo di mascherina.